2012 - La Distruzione

Cosa c'è di vero?

Le Pietre di Ica - Uomini e Dinosauri hanno vissuto nello stesso periodo?






Le Pietre di Ica sono una collezione di pietre presumibilmente scoperte in una grotta nei pressi di Ica, Perù. Le Pietre di Ica, di origine andesita, hanno superfici ossidate con raffigurazioni che mettono in discussione quasi tutto ciò che la scienza ci ha insegnato circa l'origine del nostro pianeta, di noi stessi e di altre specie.
Infatti, alcune delle pietre raffigurano uomini (che sembrano antichi Incas o Aztechi) attaccare enormi mostri, che a detta di molti rappresentano nient'altro che dinosauri.



La grotta in cui le pietre sarebbero state scoperte non è mai stata identificata. Gli scettici considerano le pietre essere un patetico falso, creato per turisti creduloni. Tuttavia, 3 gruppi in particolare hanno cercato di sostenere l'autenticità delle pietre:

1) chi crede che gli extraterrestri sono una parte intima della storia "reale" della Terra;

2) i creazionisti fondamentalisti che sbavano al pensiero di un eventuale errore commesso da antropologi, archeologi e biologi

3) i mitostorici che sostengono che i miti antichi sono informazioni storiche accurate da interpretare letteralmente.

La mania delle Pietre di Ica è iniziata nel 1966 con il dottor Javier Cabrera Darquea, un medico peruviano che ha abbandonato una carriera in medicina a Lima per aprire il Musero de Piedras Grabadas a Ica, dove ha catalogato e messo in mostra la sua collezione di diverse migliaia di pietre.
Il dottor Cabrera, scomparso nel 2001, sostiene che un contadino trovò le pietre in una caverna e gliene regalò una per il suo compleanno. Sentendo che il dottore era interessato a questi manufatti, i nativi locali cominciarono a portargliene sempre di più, raccogliendole nei pressi di una riva del fiume Ica. Ben presto le pietre da poche decine divennero più di 10.000, molte incise con scene impossibili. Raffigurano chiaramente un pesce estinto e dinosauri come triceratopi, stegosauri, apatosauri e figure umane a cavallo sul dorso di pterodattili volanti. Inoltre alcune delle scene sono di uomini che cacciano e uccidono dinosauri. Altre mostrano uomini che guardano il cielo attraverso telescopi, trapianti di cervello, operazioni a cuore aperto e parti con il cesareo.


Tornando al contadino, successivamente al regalo offerto al dottor Cabrera, fu arrestato per aver venduto altre pietre ai turisti. Per evitare una condanna per traffico illegale e contrabbando, il contadino disse alla polizia che non le trovò realmente in una grotta, ma che le costruì da solo.
Ad onor del vero, nel 1975 Basilio Uchuya e Irma Gutiérrez de Aparcana sostennero di aver venduto a Cabrera le pietre che avevano creato e di aver scelto l'oggetto artistico copiando da "fumetti, libri scolastici e riviste" (Polidoro 2002).

Ad ogni modo, il museo del dottor Cabrera è elencato come sito turistico dalla Camera Nazionale peruviana del Turismo, anche se l'autenticità delle pietre resta aperta. Secondo la Camera del Turismo, "il museo ha un'esposizione di pietre incise raffiguranti - si suppone - migliaia di anni di attività umane".

Sulla base dei pezzi ritrovati, il proprietario della raccolta è in possesso di una teoria secondo la quale Ica è stata la sede della prima cultura peruviana.

L'autorità del dottor Cabrera in materia sembra aver avuto origine dalla sua dichiarazione che una particolare pietra raffigura un pesce estinto. La raffigurazione è stilizzata, come la maggior parte dei disegni delle antiche culture peruviane. Si deve ammettere che la conoscenza di un pesce estinto è rara tra i medici, anche tra quelli che hanno studiato biologia.
A maggior ragione se si suppone che le pietre appartengano ad un'età primitiva o comunque non moderna, la raffigurazione di un pesce estinto dimostra che nessun essere umano abbia potuto realizzarla, per mancanza di informazioni, a meno che tali informazioni siano state passate da entità aliene, come sostengono i teorici degli extraterrestri. O a meno che, uomini e dinosauri abbiano convissuto per un certo periodo nella storia della Terra.

Secondo il mito di Is-Historyites, se le pietre raffigurano uomini che attaccano mostri, i mostri devono davvero essere esistiti e che gli uomini devono veramente averli attaccati. Così, o gli esseri umani esistevano durante il periodo giurassico o i dinosauri esistevano fino a poco tempo fa.
Da quanto sopra, possiamo dire che gli evoluzionisti si sbagliano. E il fatto che non ammettono di sbagliare, dimostra che esiste una cospirazione tra gli scienziati per non mostrare la verità dei fatti al pubblico, al fine di ingannarci a credere cose che non sono coerenti sia con la nozione che un Dio ha creato tutte le specie qualche migliaio di anni fa, sia che siamo tutti discendenti dagli alieni.

Cabrera ha una sua teoria sui creatori delle pietre. La sua teoria si basa sulla premessa che le pietre non sono una bufala. Questo è comprensibile, in quanto, se le pietre sono una bufala, Cabrera è uno dei truffatori chiave. La teoria di Cabrera è che le Pietre di Ica rappresentano la prima cultura peruviana come una civiltà tecnologica estremamente avanzata. Ma quanto avanzata? Le pietre presumibilmente raffigurano chirurgia a cuore aperto, trapianti di cervello, telescopi, macchine volanti... Quando furono realizzate? Nel suo libro "Il Messaggio delle Pietre di Ica" Cabrera dichiara che sono venute dalle Pleiadi circa un milione di anni fa.

Perché allora gli scienziati non datano semplicemente le pietre e risolvono la questione? Pietre senza materiale organico intrappolato in esse possono essere datate solo analizzando il materiale organico negli strati in cui sono state trovate. Ma dal momento che le pietre di Cabrera provengono da qualche caverna misteriosa che non è mai stata identificata, tanto meno scavata, non c'è modo di datarle.

E' tuttavia strano che nessuno abbia mai trovato nessun altro residuo di questa grande cultura, che avrebbe dovuto aver lasciato almeno un po' di spazzatura o rovine, un osso, una tomba, un osservatorio...Ma questa grande civiltà, a differenza di ogni grande civiltà del passato (ad eccezione di Atlantide) è scomparsa senza lasciare traccia, fatta eccezione per le pietre di Cabrera. Naturalmente ci sono le linee di Nazca, ma purtroppo non raffigurano alcun essere umano che attacca dinosauri o che fa trapianti di cervello, o qualsiasi altro elemento che avrebbe potuto legarle alle Pietre di Ica.

Ma c'è una spiegazione. I creatori delle Pietre di Ica sono stati in grado di esistere abbastanza a lungo per cacciare i dinosauri e costruire veicoli spaziali senza lasciarsi niente dietro eccetto una grotta piena di incisioni artistiche sulle pietre, semplicemente perché non erano di questo pianeta. Sono partiti (e presumibilmente hanno preso tutto con loro), lasciandosi alle spalle solo le pietre come una sorta di puzzle da risolvere per le successive generazioni di esseri umani. O forse sono solo una bufala.

La prova che le pietre non sono una bufala, dice il dottor Cabrera, è nel loro numero. Egli sostiene che gli abitanti del luogo hanno portato alla luce circa 50.000 pietre e che gli hanno mostrato un tunnel dove ce ne sono altre 100.000. Tuttavia finora nessuna spedizione scientifica ha dato l'impressione di volerla scoprire, lasciando il mistero aperto.

0 commenti:

Posta un commento

Related Posts with Thumbnails

Cerca nel blog

Ricerca personalizzata

Indice dei post

Indice dei post
Clicca sul libro

Lettori fissi

Visualizzazioni totali