2012 - La Distruzione

Cosa c'è di vero?

Jean Houston e la cultura planetaria

Ripartiamo dal dilemma che ha chiuso l'ultimo post.
Le aree della nostra vita che sembravano così solide e sicure (il lavoro, i rapporti, la religione) sono diventate volubili e incostanti. La nostra stessa identità sembra cambiare. Cercando di rimanere aggrappati alle vecchie certezze, forse molti di voi hanno fatto le seguenti, frustranti esperienze:

  • Il lavoro o la professione per cui avete studiato e che vi aspettavate che durasse per sempre, all'improvviso non esiste più.
  • Vi innamorate di una persona o di un'idea improbabile e, in una batter d'occhio, tutto ciò che pensavate e in cui credevate scompare. Alla luce di questa situazione improvvisa, ciò che eravate ieri è molto diverso da ciò che state diventando adesso.
  • Vi svegliate al mattino attanagliati dall'urgenza di "farla finita". Non sapete con che cosa dovete farla finita, ma questa voce continua a mordervi alle caviglie come un cane. Qualcosa di sconosciuto vi sta chiamando e sapete che siete disposti ad attraversare oceani, continenti e persino livelli di realtà per scoprirlo.
  • Siete molto preoccupati per le disparità dei nostri giorni, per il divario sempre più netto tra ricchi e poveri, opulenza privata e miseria collettiva. Ciò che è peggio, non riuscite a togliervi dalla testa l'idea che dovete fare qualcosa in prima persona per raddrizzare questa situazione.
  • In ogni libro che leggete trovate qualcosa che vi riguarda. Le sincronicità abbondano. L'universo sta cercando di dirvi qualcosa e non potete più ignorare i suoi messaggi.
  • La religione in cui siete cresciuti non vi soddisfa più, mentre altre tradizioni appartenenti ad altre culture vi parlano molto di più.
E' evidente che siete giunti alla fine di una strada. Un futuro ignoto vi aspetta. Ma la via si fa da sola, e solo in retrospettiva comprendiamo il significato dei cambiamenti e delle svolte. 
Nella vita di Jean Houston è accaduto così. Ha sperimentato uno di questi bruschi cambiamenti quando finì sulla prima pagina di quasi tutti i giornali del mondo nella veste di medium e di "guru" di Hillary Clinton. Per chiarire la cosa, non ha richiamato alla Casa Bianca Eleanor Roosevelt dal mondo dei morti, ha solo aiutato Hillary Clinton a ideare e a scrivere il suo libro, It Takes a Village to Raise a Child. Ma i media volevano una storia più intrigante e così inventarono un personaggio e una storia misteriosa, e ci appiccicarono sopra il suo nome.

2012: Il Momento del Salto è adesso

Può darsi che stiate leggendo questo blog perché siete perseguitati da uno spettro, il gran finale del mondo come noi lo conosciamo. Sapete di essere persone "della parentesi", che vivono tra la fine di un'era e l'inizio della successiva. Forse vi siete impegnati in vari campi per migliorare le cose e forse state cercando di capire il cambiamento di cui siete parte. Può darsi che vi sentiate perplessi e frustrati davanti a un evento così sconosciuto. Alcuni considerano il 2012 il Momento del Salto, vedendo i cambiamenti che stanno già avvenendo come annunci di un cambiamento ancora più grande.

Le mappe non ci aiutano più a conoscere il territorio che si stende davanti a noi, l'unica cosa che possiamo aspettarci è l'inaspettato.
Tutto ciò che era non è più, e ciò che sarà non è ancora.
La nostra è l'epoca di un salto quantico, la distruzione e la ricostruzione più radicale che il mondo abbia mai testimoniato. Gli  eventi si succedono sempre più rapidamente, a una tale velocità che non riusciamo a comprenderli. Modi di vita che ci hanno guidati e sorretti per millenni stanno scomparendo mentre leggete queste parole, come le specie viventi che si estinguono ormai nel giro di un'ora. Siamo gli invitati alla veglia funebre di un modo di essere che è stato il nostro per centinaia, per migliaia di anni.

Il serpente depone la pelle

Anche se il prestigio degli Stati Uniti si è molto ridotto, la cultura popolare americana continua a essere una forza globale. Un rinnovamento dell'impulso dato dal Trascendentalismo potrebbe indurre una rivoluzione spirituale all'interno della società americana. Se ciò accadesse, lo straordinario potere dei media (che oggi agiscono soprattutto da strumento di controllo, mantenendo la coscienza di massa alle basse frequenze del materialismo ansioso) potrebbe venire ridirezionato in una forza super-efficiente di cambiamento positivo. E ciò potrebbe accadere attraverso i media già esistenti o attraverso la creazione di nuovi portali in internet, nella televisione interattiva e così via.

Una campagna abilmente condotta potrebbe far conoscere e promuovere il movimento dei verdi, un approccio "fai da te" alla soluzione dei problemi, il pacifismo e lo sviluppo spirituale come nuova tendenza. Un'informazione ridirezionata potrebbe decondizionare grandi masse di persone dai sistemi di credenze arcaici e dalle ideologie manipolative, educandole su argomenti che vadano dalla permacoltura alla metafisica. Altrettanto essenziali la pratica della soluzione dei conflitti e della non violenza perché, mentre gli attuali paradigmi crollano, numerosi segmenti della società potrebbero cedere alla tentazione di regredire a espressioni violente della frustrazione. Come scrive Thomas Hartmann in The Last Hours of Ancient Sunlight, ciò che in ultima analisi tiene assieme la nostra società sono le "calorie a basso prezzo". Se incominciassero a scarseggiare a causa di un impoverimento delle risorse, lo stato d'animo collettivo ne risentirebbe certamente. Il nuovo paradigma dell'informazione dovrà essere positivo e proattivo, capace di promuovere la compassione, la pazienza e una solida fiducia in un futuro giusto ed equo, una volta che sarà completata la transizione. Se invece l'informazione continuerà a diffondere in tutto il pianeta il messaggio opposto, i risultati saranno catastrofici.

Apriamo il nostro cuore e la nostra mente alla trasformazione

L'atteggiamento interiore richiesto dalla sfida del 2012 evoca la filosofia del tantra, secondo la definizione di Georg Feuerstein:
"La formula 'samsara uguale nirvana' implica un cambiamento cognitivo globale, grazie al quale il mondo fenomenico è reso trasparente da una saggezza superiore. Le cose non vengono più viste come separate, come se fossero isole indipendenti, ma tutto è visto nella sua totalità, compreso come una totalità e vissuto come una totalità. Le differenze non sono che variazioni o manifestazioni di un unico Essere".
Nella visione tantrica, che fonde le tecniche dell'alchimia e dello sciamanismo con la filosofia non duale del Vedanta e del buddhismo, la realtà è il nostro modo di percepire le cose, sebbene sembri il contrario. Se il samsara è il nirvana, allora tutto accade come dovrebbe accadere.

Attraverso le tecniche tantriche, il praticante riconosce qualunque "altro", che sia un cadavere cremato o una meravigliosa dakini, come un aspetto del Sé. Con questa visione scopriamo che non esiste nessun problema, nessuna crisi che richieda risposte ansiose e urgenti. Anzi, le reazioni dettate dalla paura non possono che esacerbare gli apparenti aspetti negativi della situazione in atto. Il modo migliore per contribuire al processo di trasformazione, per noi stessi e per il mondo, è lo sviluppo di un livello dell'essere privo di giudizio, ansia o proiezioni negative.

Il sogno di una civiltà galattica

Se la fine del calendario maya indica il completamento di un processo archetipico all'interno della storia, possiamo incominciare a intuire l'enorme distanza psichica che percorreremo nei prossimi anni. 
Oggi, la maggioranza delle persone è identificata con la propria storia personale e i propri fini egoistici. Riuscendo a portare a termine questo passaggio apocalittico ci percepiremo sempre più come espressioni frattaliche di un campo di coscienza unificato e come elementi senzienti di un'ecologia planetaria, la mente di Gaia, su cui influiamo costantemente con le nostre azioni e i nostri pensieri. 
Quando questa comprensione sarà diventata collettiva usciremo dall'attuale paradigma della storia, con le sue guerre, le aggressioni e il suo sistema di credenze competitivo. L'umanità si unirà in una tribù globale che garantirà ai suoi membri gli stessi diritti e lo stesso status all'interno della comunità planetaria. Risolta questa conflittualità intestina, saremo pronti per entrare in una civiltà galattica in cui scopriremo nuovi miti, nuovi compagni e nuove dimensioni dell'essere.

E' probabile che un cambiamento così profondo nella psiche collettiva possa avvenire solo come risposta a una serie di eventi traumatici, un po' come le contrazioni e le spinte che accompagnano la nascita. La descrizione migliore del processo che ci attende nei prossimi anni si trova forse in un libro di Christopher BacheDark Night, Early Dawn, un ampliamento del lavoro di Stanislav Grof sugli stati non ordinari di coscienza e le matrici perinatali. 
In una serie di visioni avute durante sedute terapeutiche accompagnate da LSD, Bache vide una drastica rifusione della società in seguito a un cataclisma ambientale e la sua ricostituzione in una nuova cultura planetaria.

Il 2012 tra onnipresenza dei media e trasformazione della psiche

In 2012: The Return of Quetzacoatl Daniel Pinchbeck ha ipotizzato che ci troviamo in una fase di trapasso da una forma di coscienza a un'altra, da un modo di essere a un altro. Come conseguenza del pensiero empirico e scientifico, la mente moderna è rimasta intrappolata in una concezione meccanicistica dell'universo, in una visione limitata del tempo e nella negazione dello spirito e dell'intuizione.
Quetzacoatl, il serpente piumato del mito mesoamericano, rappresenta l'unione del serpente e dell'uccello, della terra e del cielo. Pinchbeck ha suggerito che questo archetipo possa anche rappresentare l'integrazione della mente razionale ed empirica nella conoscenza sciamanica, intuitiva ed esoterica. Ha scoperto le prove di questa ipotesi in molte aree e tradizioni filosofiche, isolando quelli che considera gli indicatori più significativi.

Come già detto in altri post, il primo indicatore è la crisi ecologica, che comprende i rapidi cambiamenti climatici, l'estinzione delle specie e l'esaurimento delle risorse.

Il secondo è il rapido sviluppo delle nuove tecnologie, soprattutto nel campo dei media e delle comunicazioni, comprese le dirompenti potenzialità delle nanotecnologie e di altre probabili innovazioni future.
La comparsa di nuovi e potenti mezzi mediatici e di comunicazione accompagna profondi cambiamenti nella psiche umana e nuove forme di organizzazione sociale. La storia ce ne offre esempi evidenti nel passaggio dalla cultura orale tribale al linguaggio scritto delle civiltà organizzate, e negli effetti dell'invenzione della stampa sulla nascita della democrazia. Attualmente i telefoni cellulari, internet e i social network stanno ristrutturando la psiche umana in modo nello stesso tempo superficiale e profondo. La difficoltà del comprendere a fondo questi cambiamenti sta nel fatto che ne siamo profondamente coinvolti e ci stiamo subliminalmente adattando ai nuovi modelli.
L'ipotesi di Pinchbeck è che questi nuovi strumenti

Una situazione critica per l'umanità

Che i Maya prevedessero o meno il periodo attuale, siamo senza dubbio di fronte alla situazione più critica che l'umanità abbia dovuto affrontare dal momento della sua nascita. Nel solo inverno 2006-2007, il clima sembra avere raggiunto un punto critico. Nella città di New York, la temperatura segnò 15 gradi in più dello stesso periodo dell'anno precedente e a Central Park sbocciavano fiori che in genere fioriscono solo a marzo. Questi sono solo alcuni segni visibili della verità traumatica del momento che stiamo vivendo, una verità negata con tutte le loro forze dai governi e dal mondo dell'industria.

Il paradigma che regge da 400 anni la nostra civiltà si sta avviando alla sua fine. Senza una riorganizzazione radicale e una rapida trasformazione globale, c'è una forte probabilità che la specie umana si estingua com'è già accaduto a molte altre specie.
Con l'accelerazione dei cambiamenti climatici, lo scioglimento delle calotte polari e l'abbattimento delle foreste pluviali, i prossimi 30 anni vedranno l'estinzione del 25% di tutte le specie viventi. La scomparsa globale delle rane e degli anfibi lascia prevedere un futuro inospitale per molte forme di vita, compresi gli esseri umani. Anche solo da un punto di vista materiale e razionale, i prossimi anni saranno un momento di decisioni cruciali, anche se la maggioranza della popolazione americana, e di tutto il mondo, si aggira come sonnambula nelle corsie dei supermercati, ipnotizzata dalla "informazione programmata" che trasmette il messaggio che l'attuale situazione potrà continuare senza radicali rotture con il passato.

Il mistero dei boati di Fadalto

Fadalto è una piccola frazione di Vittorio Veneto in provincia di Treviso che da qualche giorno a questa parte è salita agli onori della cronaca per eventi che hanno dello straordinario: boati e scoppi che provengono dalle montagne la cui origine è pressoché sconosciuta.

Gli abitanti del luogo dicono di aver sentito, all'improvviso e a più riprese scanditi in differenti giorni, dei fortissimi boati, molto simili a delle esplosioni o detonazioni. Così forti "da buttarti giù dal letto"!

Dagli inizi di gennaio sono stati registrati circa 60 di questi boati, ma non abbastanza da far capire cosa li possa originare. La comunità scientifica brancola nel buio e i media, soprattutto la scorsa settimana, si sono accalcati alle porte del paesino per offrire una testimonianza visiva di cosa accade laggiù, invano.

Il mistero infatti va avanti e, tra chi pensa che sia il prologo di un terremoto di ampia scala e chi crede che sia qualche buontempone dinamitardo, semplicemente non c'è una ragione verosimile che spiega il fenomeno. Noi che ci interroghiamo sul 2012 non potevamo esimerci dal segnalare l'argomento, perché legate alle profezie sul 2012 sono tutte quelle tematiche che riguardano anche i cambiamenti e gli eventi straordinari a livello climatico e ambientale. Ma il modo con cui i media hanno gestito il fatto mi ricorda

Cerca nel blog

Ricerca personalizzata

Indice dei post

Indice dei post
Clicca sul libro

Lettori fissi

Visualizzazioni totali