2012 - La Distruzione

Cosa c'è di vero?

Olmechi e Maya

Dopo aver parlato dei numerosi temi correlati al 21 dicembre 2012, rinfreschiamoci brevemente la memoria sull'oggetto da cui partono tutte le profezie sul 2012: il calendario maya, creato dagli Olmechi e utilizzato dai Maya.
Come sempre, gli argomenti linkati all'interno del post rimandano ad altrettante tematiche già discusse nel blog.

Gli Olmechi, la prima civiltà mesoamericana di cui si ha testimonianza, sarebbero apparsi, secondo gli archeologi, tra il 1800 e il 1500 a.C. Molti studiosi della civiltà maya concordano sul fatto che il calendario maya sia stato ideato dagli Olmechi nella città di Izapa, abitata dagli Olmechi dal 1500 all'800 a.C. e dai Maya a partire dal 250 a.C.
Secondo lo studioso Munro Edmonson, lo tzolkin (letteralmente "computo dei giorni") sarebbe stato sviluppato entro il VII secolo a.C. Si tratta di un periodo ciclico di 260 giorni, risultanti dalla combinazione di 20 simboli-giorno e di 13 numeri. Questo calendario serviva da almanacco: ognuno dei 260 giorni aveva una qualità che non solo influiva nei nati in quei giorni, ma che era favorevole o sfavorevole a determinate attività.

Oggi, i 6 milioni di discendenti degli antichi Maya, molti dei quali vivono sugli altopiani del Guatemala, usano ancora questo calendario di 260 giorni, in una sequenza ininterrotta da migliaia di anni. Alla domanda del perché il loro calendario sacro ha 260 giorni, rispondono che sono i giorni della gestazione del feto umano.


Il Lungo Computo è in relazione al 2012 ed è in rapporto diretto con lo tzolkin: così come lo tzolkin è formato da 260 giorni, il Lungo Computo è formato da 260 katun. Secondo Edmonson, il Lungo Computo era già pienamente sviluppato verso la metà del IV secolo a.C. anche se la stele più antica che riporta un evento della storia contemporanea corrisponde, nel Lungo Computo, al 36 a.C.
Il Lungo Computo è composto da una gerarchia di cicli: 20 kin, o giorni, fanno 1 uinal (periodo di 20 giorni); 18 uinal fanno 1 tun (anno di 360 giorni); 20 tun fanno 1 katun e 20 katun fanno un baktun. La fine di 13 katun corrisponde a una "data di creazione", che viene scritta 13.0.0.0.0. L'ultima data di creazione coincise con l'11 agosto 3114 a.C., secondo il computo del calendario Gregoriano, e costituisce la data-base del ciclo di 13 baktun da cui partono tutte le date incise sulle stele maya.
La prossima data in cui il Lungo Computo raggiungerà  il punto 13.0.0.0.0 sarà il 21 dicembre 2012.

0 commenti:

Posta un commento

Related Posts with Thumbnails

Cerca nel blog

Ricerca personalizzata

Indice dei post

Indice dei post
Clicca sul libro

Lettori fissi

Visualizzazioni totali