2012 - La Distruzione

Cosa c'è di vero?

L'inversione geomagnetica e la profezia dei Maori

Il rovesciamento della terra, celebrato nei riti di differenti culture come quella degli indiani d'America, degli indios delle Ande e dei zulu africani, potrebbe corrispondere a un'inversione dei poli magnetici, accompagnata dal passaggio ravvicinato di una cometa o di un asteroide di grandi dimensioni, e da fenomeni terrestri come inondazioni provocate forse da attività sismiche o vulcaniche (abbiamo parlato dell'inversione dei poli anche in questo articolo).

I 5.125 anni di un ciclo di 13 baktun corrispondono esattamente a un ottavo del ciclo di 41.000 anni di "variazione di obliquità" (il cambiamento dell'angolo dell'asse terrestre) usata per calcolare i cicli delle glaciazioni. Un baktun equivale a 400 anni, il periodo di rotazione del nucleo terrestre (in questo post puoi trovare la descrizione dettagliata dei baktun, l'unità di misura del tempo utilizzata dai Maya).
Tutto ciò fa presumere un fenomeno di inversione geomagnetica. Secondo molti calcoli, questa inversione del campo magnetico terrestre è in ritardo rispetto al previsto e, benché secondo alcuni geologi questo fenomeno richieda migliaia di anni, l'analisi delle rocce vulcaniche della Steens Mountain ha rivelato che il campo magnetico può muoversi alla velocità di 6 gradi al giorno, il che significa che un'inversione completa non richiede più di 30 giorni.

In Nuova Zelanda troviamo invece un mito di creazione che suggerisce una reinterpretazione dell'idea di catastrofe. Questo mito di creazione dei Maori, che parla dell'originaria separazione tra il cielo e la terra, narra che un giorno, mentre l'umanità sarà distratta, la terra e il cielo si scontreranno, distruggendo ogni cosa. L'espressione maori per descrivere l'evento è "la tenda cadrà". Benché queste parole siano state sempre interpretate come un annuncio della fine del mondo, quando un giovane maori interrogò al proposito gli anziani ricevette la risposta che non solo l'evento è atteso per il 2012, ma che la lingua maori è cambiata nel corso del tempo.
Una volta, "tenda" significava velo, termine che si usava per indicare la morte di qualcuno: "è passato al di là del velo". "Cadere", in origine significava dissolversi. Quindi, il significato esatto della profezia è "il velo si dissolverà".

1 commenti:

Michele ha detto...

Secondo voi c'è correlazione tra le recenti morti di uccelli e pesci con le variazioni magnetiche qui descritte?

Posta un commento

Related Posts with Thumbnails

Cerca nel blog

Ricerca personalizzata

Indice dei post

Indice dei post
Clicca sul libro

Lettori fissi

Visualizzazioni totali