2012 - La Distruzione

Cosa c'è di vero?

Co-creare un mondo nuovo

Abbiamo detto nel post precedente che il risveglio della luce del mondo avviene quando ci svegliamo alla nostra natura e al nostro scopo. Ma anche qualcosa di completamente nuovo, una nuova energia e una nuova coscienza, viene dato al mondo in questo momento della sua evoluzione. E quando colleghiamo la luce della nostra coscienza alla luce di quello che sta nascendo, diventiamo partecipi alla sua creazione. Questa è vera co-creazione: l'interazione della luce con la luce, della nostra luce individuale e della luce del mondo, e il gioco dinamico dell'unica luce e del suo amore.

La nostra vera luce proviene dalla scintilla divina dentro di noi. Porta con sé lo scopo più profondo della nostra vita, che fa parte dello scopo divino della creazione. Siamo nati provvisti di questa scintilla: la vediamo nei bambini, nei loro occhi, nelle loro risa e nella loro gioia. Poi, crescendo, svanisce nella comune luce del giorno. Per questo dobbiamo recuperarla e riaccenderla attraverso il processo, a volte doloroso, del ricordo e del risveglio indotti dalla pratica spirituale e dal lavoro interiore. Questa è la reale coscienza umana, che appartiene alla coscienza del Sé, ed è molto più potente di quanto immaginiamo. Forse abbiamo qualche idea di come la nostra coscienza può modellare la nostra vita, forse abbiamo notato come un semplice cambiamento di atteggiamento può influire sulle circostanze, ma non abbiamo idea del suo potere di catalizzatore e di forza che governa tutta la creazione.

Oggi ci viene chiesto di risvegliarci alla nostra luce e di assumere il nostro vero ruolo di co-creatori nell'evoluzione del mondo. La luce del mondo si sta risvegliando e la nostra coscienza è necessaria per portare il suo significato nascosto alla coscienza del mondo e dell'umanità. Possiamo aiutare il mondo a ritornare vivo. E possiamo contribuire a dare forma al prossimo stadio della sua evoluzione.

In che modo partecipiamo a questo lavoro? Iniziamo riportando semplicemente la nostra attenzione alla vita, abbandonando tutte le distrazioni e le false immagini della vita che noi stessi ci siamo costruiti. Le semplici pratiche di consapevolezza sono molto utili. La pratica basilare della consapevolezza del respiro riporta la nostra attenzione a ciò che è essenziale. Semplici gesti di amorevolezza nei confronti degli altri ci ricollegano alla vera rete della vita, alle genuine interconnessioni tra le persone. Imparare a camminare con sacralità, come per esempio la pratica dei nativi americani di camminare con la consapevolezza di posare il piede sulla terra sacra, può riportare la nostra attenzione sulla natura sacra del mondo. La "pratica della presenza di Dio", descritta da fratel Lorenzo, in cui tutte le azioni quotidiane vengono fatte nella consapevolezza della presenza divina, riafferma il divino nella vita quotidiana.

Se riconosciamo il mondo come un essere vivente divino, in cui siamo presenti in ogni istante della nostra vita, la nostra luce divina sarà presente nella vita. E' solo nella semplicità del momento che possiamo partecipare, che la nostra luce può essere presente. Senza la consapevolezza conscia di far parte della creazione come essere vivente, rimaniamo alla periferia, spettatori inconsci del nostro destino e del destino del mondo. Assumerci la responsabilità del nostro pianeta non significa solo nutrire una consapevolezza ecologica, ma anche rispetto per la natura divina della terra e il riconoscimento che la luce che ci sta risvegliando nel mondo richiede la nostra presenza e la nostra partecipazione. Ha bisogno della nostra luce divina. E poiché la nostra luce appartiene alla nostra vera coscienza, è attraverso la nostra consapevolezza conscia che la nostra luce interagisce con la luce del mondo.

Istante per istante, la luce del mondo cambia, evolve. E' il nucleo dinamico della vita che porta in sé il segreto della creazione, la parola di Dio resa manifesta. Come la nostra luce racchiude il vero significato della nostra vita, lo scopo della nostra anima e la comprensione di come vivere questo scopo, la luce del mondo conosce il vero significato del mondo, lo scopo della sua anima e che cosa occorre per vivere questo scopo. Questa luce è antica eppure nuova, una continua risposta all'attimo divino. Ha in sé la vera storia del mondo e la vera conoscenza dello scopo di questa meraviglia in cui viviamo. In questo momento dell'evoluzione del mondo, questa meraviglia sta diventando sempre più conscia e ha bisogno della nostra luce per portare il suo significato nascosto alla coscienza del mondo e dell'umanità. C'è bisogno di noi per aiutare il mondo a ritornare in vita.

0 commenti:

Posta un commento

Related Posts with Thumbnails

Cerca nel blog

Ricerca personalizzata

Indice dei post

Indice dei post
Clicca sul libro

Lettori fissi

Visualizzazioni totali