2012 - La Distruzione

Cosa c'è di vero?

Il movimento dell'Armageddon

Poi dalla bocca del drago e dalla bocca della bestia e dalla bocca del falso profeta vidi uscire tre spiriti immondi, simili a rane: sono infatti spiriti di dèmoni che operano prodigi e vanno a radunare tutti i re di tutta la terra per la guerra del gran giorno di Dio onnipotente. (Ecco, io vengo come un ladro. Beato chi è vigilante e conserva le sue vesti per non andar nudo e lasciar vedere le sue vergogne). E radunarono i re nel luogo che in ebraico si chiama Armageddon.
- Apocalisse 16:13-16

Secondo alcuni, dalla cime di Armageddon, la mitica collina che sovrasta la piana di Megiddo a Israele, si può vedere la fine del tempo, perché è qui che verrà combattuta la battaglia che metterà fine a tutte le battaglie (in ebraico, har significa "montagna" e mageddon è una derivazione di Megiddo). La profezia dell'Apocalisse vi colloca lo scontro finale tra il bene e il male, ovvero tra coloro che hanno accettato Gesù Cristo e coloro che non l'hanno fatto. Armageddon domina una valle lunga 300 chilometri che quel giorno sarà coperta di cadaveri, da due a tre miliardi secondo l'estrapolazione di alcuni commentatori. Una scena davvero impressionante!

Infatti, ai piedi di Armageddon si combatterà la grande guerra totale tra i popoli della terra, al termine della quale si attende il cataclisma naturale/sovrannaturale profetizzato nell'Apocalisse. Personalmente mi oppongo, indipendentemente da quanto "illuminati" potranno essere i sopravvissuti. (Se invece si rivelerà un fatto positivo, striscerò fuori dal bunker che mi sarò scavato sotto terra e ammetterò il mio errore). Opporsi a una catastrofe naturale come l'eruzione di un supervulcano o l'impatto di una cometa sarebbe inutile quanto opporsi alla forza di gravità, ma Armageddon è diverso. Di tutti i potenziali cataclismi, Armageddon è l'unico in cui numerosi gruppi di cristiani, ebrei e musulmani sperano, per cui pregano e fanno progetti. Ed è l'unica profezia sulla fine dei tempi che abbiamo il potere di evitare o di far accadere.
Marx ha osservato che, quando una teoria afferra le masse, diventa una forza materiale; purtroppo, le teorie di Marx fecero appunto così per oltre un secolo. La dottrina di Armageddon ha afferrato molti gruppi, piccoli ma estremamente motivati e molto potenti, negli Stati Uniti, in Israele e nel mondo musulmano, e sta diventando una forza potente, forse inarrestabile, nella politica globale.
"Benché la maggioranza degli ebrei, la maggioranza dei cristiani, la maggioranza dei musulmani e la maggioranza di chiunque aborra ed eviti l'armatura del pensiero fondamentalista, la storia non è fatta dalla maggioranza... In genere, le maggioranze subiscono e sono quei pochi fanatici, di cui un giorno ridiamo e davanti a cui forse il giorno successivo tremiamo, che muovono il motore della storia. E' solo una minoranza di fanatici monomaniaci che può prendere un luogo santo e trasformarlo in un massacro assai poco santo",
scrive Jeff Wells nel blog della webzine http://rigint.blogspot.com.
Assai più pericoloso della presa su una manciata di zeloti il richiamo che Armageddon esercita trasversalmente in tutto il mondo. The Late Great Planet Earth, di Hal Lindsey, che profetizzava la battaglia di Armageddon per il 1988, fu uno dei bestseller degli anni '70. Ardenti cristiani dagli Stati Uniti, dall'Europa e da ogni angolo del mondo accorsero sul luogo, e le agenzie turistiche israeliane videro quadruplicare il loro giro d'affari. Un recente sondaggio del ministero israeliano del turismo indica che, dei due milioni di turisti che visitano annualmente Israele, più della metà sono cristiani, e più della metà di questi ultimi appartengono a movimenti evangelici.

I cristiani evangelici sono il movimento più impaziente di scatenare la battaglia di Armageddon, in ardente aspettativa del "rapimento", il mistico momento precedente alla battaglia in cui i veri cristiani verranno letteralmente sollevati in aria e portati in cielo per unirsi a Dio. Non c'è dubbio che sarà un momento appassionante, perché dall'alto dei cieli, e al sicuro, potranno guardare in basso e assistere alla battaglia in corso tra le due fazioni: da una parte i cristiani che, a causa di qualche imperfezione nella loro fede o di un destino guerriero, non erano stati inclusi nel "rapimento", e dall'altra i seguaci dell'Anticristo, un carismatico falso messia, che comprenderanno laici, pagani, induisti e buddhisti, oltre a cristiani, ebrei e musulmani non abbastanza credenti. Nella teologia dei movimenti evangelici ci si aspetta che un gran numero di ebrei si converta al cristianesimo per combattere dalla parte giusta al momento della battaglia. Gli ebrei che invece rifiuteranno Gesù, moriranno assieme a tutti gli altri infedeli.

Più gente si reca ad Armageddon, più questa collina diventa un luogo mistico e più è probabile che qualche incidente, casuale o voluto, faccia scoppiare davvero una guerra. Tra breve, sempre più pellegrini cristiani potranno visitare il sito preparato apposta per loro vicino ad Armageddon: una striscia di 125 acri sulla sponda del mare di Galilea dove Cristo avrebbe camminato sulle acque. Il progetto, del costo di 50 milioni di dollari, è sponsorizzato dal governo israeliano e dai gruppi evangelici americani. Secondo il portavoce dell'associazione evangelica americana, il progetto Galilee World Heritage Park, finanziato da 30 milioni di persone, sarà terminato entro il 2011 o l'inizio del 2012.

Per quella data, le cose si metteranno nel modo sperato dagli armageddonisti. Quella che potrebbe essere la più antica chiesa cristiana di tutto il mondo venne scoperta per caso a Megiddo nel 2005 da Ramil Razilo, un musulmano che scontava due anni pena per reati contro il codice della strada e che, assieme ad altri reclusi, era impegnato nella costruzione di un nuovo impianto di detenzione per palestinesi. La chiesa di Armageddon, come viene chiamata, risalirebbe al III o al IV secolo, epoca in cui i riti cristiani si celebravano ancora in segreto. Al centro del mosaico di sette metri quadri al centro del pavimento c'è un cerchio che contiene due pesci. Il pesce è un antico simbolo cristiano. L'acrostico delle iniziali della parola greca per pesce significano che Gesù Cristo è dio e il salvatore. I primi cristiani si riconoscevano attraverso il simbolo del pesce, che alludeva inoltre all'apostolo Pietro, il pescatore che divenne "pescatore di uomini". Il nome Pietro, che significa "pietra, roccia", è allegorico per la solidità della pietra su cui venne eretta la Chiesa, e in particolare la basilica di San Pietro a Roma.
Benché nella Bibbia non ci sia nessun accenno al riguardo, questa scoperta è stata acclamata come un altro segno che la fine è vicina. Il completamento dei restauri della chiesa di Armageddon è previsto per il 2010-2012.

5 commenti:

Anonimo ha detto...

e tu sei un essere umano?rinneghi Gesu Cristo che ha dato la vita per te sulla croce,lupo famelico che vivi e sfrutti la condizione del tuo prossimo,fai della tua vita una propaganda,rinneghi cio che Iddio ti dà per vivere come tu credi nell'indifferenza e nella prepotenza che ti si addice.Saresti capace di crocifiggere di nuovo Gesu Cristo assassino se ce l'avresti di fronte perchè tu non sei Cristiano!bensi pagano e vivi come tu credi di vivere!per te stesso!se sei un vero uomo! diventa anche tu Cristiano(convertiti),unisciti al Bene e combatti il male che ti opprime anche se ti costerebbe la vita!allora si che saresti un vero uomo!e ricorda che il Bene vince sempre il Bene è piu forte!la differenza tra il bene e il male non stà nell'intelligenza ma nel coraggio e la forza d'animo!

Anonimo ha detto...

rimanderei a scuola l'anonimo a studiare i congiuntivi della lingua italiana........

Anonimo ha detto...

Convertiamoci tutti solo Dio sa tutto ,se lui vuole ci salverà da questo evento anche se non lo meritiamo, c'è troppo cattiverà sulla terra e il Signore non lo merita amiamolo, come ci ama lui, ricordatevi che Gesù e morto per salvare noi

andrea serra ha detto...

Io credo che nella vita bisogna comportarsi sempre bene e fare del bene anche in circostanze difficili , propro come sta accadendo adesso l'unico libro che puo dare insegnamenti e la bibbia e dio geova che parla
gesu cristo il suo uncico figlio da creatura celeste e sceso sulla terra x dare speranza a coloro che credono in lui in sostanza e morto x noi il grande giorno e vicino non abbiate paura se fate la volonta di geova e rispettate gli esseri umani nel modo piu puro non ci sara la distruzione solo x quelli che fanno la volonta divina

BartX ha detto...

Vi sarei grato se qualcuno potesse dirmi chi è l'autore di quel magnifico dipinto dell'apocalisse che vi è ad inizio articolo.

Grazie in anticipo a tutti :)

Posta un commento

Related Posts with Thumbnails

Cerca nel blog

Ricerca personalizzata

Indice dei post

Indice dei post
Clicca sul libro

Lettori fissi

Visualizzazioni totali