2012 - La Distruzione

Cosa c'è di vero?

The Tipping Point: il punto di svolta del 2012

Quanto occorrerà perché il thriller globale di cui abbiamo parlato arrivi all'ultima scena? Quanto tempo abbiamo? Secondo molti ambientalisti lo sfruttamento intensivo delle risorse, i cambiamenti climatici causati dal riscaldamento globale e lo scioglimento dei ghiacciai collocano nel secondo decennio del nuovo millennio il punto in cui non sarà più possibile ignorare questi fatti (per approfondire l'argomento dei cambiamenti climatici consulta questo post).
Secondo Peter Russell, la velocità con cui Internet collega tutto il mondo e il numero sempre maggiore di persone che usano la rete hanno reso il mondo una realtà interconnessa molto prima di qualunque previsione. Russell prevede che nei prossimi anni assisteremo all'emersione di un "cervello globale". Ognuna dei dieci miliardi di cellule del cervello ha la capacità di collegarsi a tutte le altre cellule praticamente all'istante. Osservando la sempre maggiore velocità dei computer e dei collegamenti internet, e la sempre maggiore diffusione di questo mezzo, l'emersione di un cervello globale è davvero una possibilità molto vicina. La coscienza planetaria, dice Russell, sarà fatta di
"miliardi di messaggi che viaggiano continuamente in una rete in continua espansione, unendo miliardi di menti umane in un unico sistema globale".

Il numero di persone toccate da un risveglio radicale, e la profondità di questo risveglio, crescono continuamente. E' come se più peggiora la situazione esterna e più le persone fossero incentivate a risvegliarsi dal sogno della separazione e del desiderio. E' impossibile valutare con precisione il numero di persone traslucide presenti nel mondo odierno. Non si registrano in una lista ma tendono ad agire indipendentemente, più leoni che pecore. Sociologi e visionari come Paul Ray, Barbara Marx Hubbard e Duane Elgin calcolano nell'ordine di milioni le persone che sono state toccate da un risveglio sufficientemente profondo da avere effetti trasformativi durevoli, e questo numero sta crescendo in modo esponenziale. Nella prima parte del prossimo decennio potrebbe raggiungere i 60-70 milioni, l'1,1% dell'intera popolazione mondiale.

Forse non è una coincidenza che le previsioni di molte antiche tradizioni indichino nel prossimo decennio un momento di salto quantico. Alcuni parlano di un collasso dei sistemi esistenti, altri prevedono l'emersione di una nuova umanità, più evoluta e libera dal paralizzante senso di separazione che riteniamo "normale" (abbiamo discusso di una divisione netta tra il filone dei catastrofisti in questo articolo e quello degli ottimisti in questo post).
Per esempio, il calendario maya colloca la fine del tempo psicologico nell'anno 2012, quando entreremo in una nuova epoca di libertà dalla mente.

Nel suo The Romeo Error, Lyle Watson è stata la prima a suggerire che è sufficiente l'1% della popolazione mondiale per innescare un cambiamento capace di indurre lo stesso cambiamento globale in tutta l'umanità. Più recentemente, Malcolm Gladwell ha dimostrato in The Tipping Point che i grandi cambiamenti collettivi iniziano sempre a livello locale. Per esempio, un uomo che prese seriamente posizione contro la violenza delle bande a New York City è stato il catalizzatore della lotta al crimine nell'intera città, esattamente come i primi che indossano un nuovo modello di scarpe possono influenzare i consumatori di un intero paese. Bastano poche persone, le persone giuste, per trasformare un episodio isolato in un'epidemia. Le analisi di mercato dimostrano che un cambiamento di tendenza, per esempio dalle cassette ai CD, passa per un salto quantico che porta a un "tipping point", un punto di svolta seguito dall'immediata adesione generale.

Quando Copernico annunciò che la Terra era un pianeta tra altri pianeti, e che tutti orbitavano attorno al Sole, la sua teoria venne ignorata e i suoi studi vennero pubblicati solo nell'anno della sua morte, il 1543. Poi, la correttezza della sua teoria venne dimostrata da Tycho Brahe, Keplero, Galileo e Newton. Non dovettero andare di porta in porta a esporre le loro scoperte, furono sufficienti altre persone intelligenti che verificassero le loro teorie e in pochi anni il vecchio paradigma venne sostituito dal nuovo. Nonostante le forti resistenze del potere costituito, le scoperte di questo pugno di studiosi prevalsero perché erano vere e verificabili dalle menti aperte.
Oggi ci troviamo all'inizio di un nuovo cambiamento di paradigma, importante come quello copernicano (puoi approfondire il tema in questo articolo). La scoperta di Copernico riguardava l'universo fisico e gettò le basi della scienza moderna. L'epidemia di risvegli che si allarga sempre di più riguarda la coscienza e potrà gettare le basi per un salto evolutivo mai finora sperimentato.

0 commenti:

Posta un commento

Related Posts with Thumbnails

Cerca nel blog

Ricerca personalizzata

Indice dei post

Indice dei post
Clicca sul libro

Lettori fissi

Visualizzazioni totali