2012 - La Distruzione

Cosa c'è di vero?

Quali cambiamenti scientifici possiamo aspettarci dopo il 2012?

Vi saranno enormi progressi nella scienza e nella tecnologia, nella medicina, nelle arti, nella cultura e nella conoscenza religiosa. Innovazioni prodigiose come la matematica quantica, le nanotecnologie, l'intelligenza artificiale e l'ingegneria genetica avranno un'enorme espansione. All'orizzonte si profilano innovazioni come la trasmutazione degli elementi, energia illimitata dal vuoto quantico, sistemi di trasporto silenziosi fondati sul principio dell'assenza di gravità, ingegnerie epigenetiche, medicine energetiche basate sulla cura attraverso il suono e la luce, nuove teorie elettrodinamiche che fanno presagire un cambiamento epocale nella creatività umana nel XXI secolo.

In campo scientifico inizia ad emergere una nuova comprensione dell'elettrodinamica. Circa un secolo fa Nicola Tesla, inventore dell'alternatore di corrente, descrisse delle onde longitudinali, chiamate "radiazione di Tesla", molto diverse dalle teorie elettromagnetiche di James Clerk Maxwell, il fisico a cui si deve la prima teoria dei campi. Mentre Maxwell descrive onde elettromagnetiche trasversali che si muovono alla velocità della luce, Tesla parla di onde scalari, o longitudinali, che agiscono attraverso processi di risonanza, applicati in seguito con ottimi risultati alla medicina. Questa tecnologia è anche presente nei telefoni cellulari, benché non sia ancora chiaramente compresa (per le onde scalari di Tesla, vedi il lavoro di Konstantin Meyl: www.meyl.eu).
Ricercatori russi e tedeschi hanno scoperto che viviamo in un universo ordinato e interconnesso in cui la materia è organizzata secondo un preciso ordine frattalico. Questa nuova visione è conosciuta come scala globale e descrive la struttura armonica di uno spazio logaritmico, spiega la natura delle costanti universali e le scale iperboliche, non lineari ma frattaliche, su cui è organizzato l'universo. La scala globale rivoluzionerà le tecnologie della comunicazione, creerà un'architettura rispettosa dell'ambiente e avrà effetti sulla medicina e le biotecnologie, oltre che sugli studi sull'antigravità (per la scala globale, vedi www.globalscalingtheory.com).

Le tecnologie ottiche rivoluzioneranno rapidamente la salute umana. Il corpo comunica a livello cellulare attraverso segnali luminosi coerenti chiamati biofotoni (per i biofotoni vedi www.lifescientists.de). Queste radiazioni emesse dai tessuti viventi sono state scoperte in Russia negli anni '20 da Alexander Gurwitsch, che le chiamò radiazione mitogena. Oggi, attraverso la ricerca sui biofotoni, gli scienziati di tutto il mondo studiano gli effetti delle tecniche agricole, delle tecnologie alimentari e dei trattamenti dell'acqua sulla salute delle cellule.
Altri ricercatori hanno scoperto che la luce emessa dai laser e dai cristalli ha potenti effetti curativi sulle nostre cellule e sui nostri organi. Le terapie del futuro useranno la luce coerente e la luce modulata non solo per agire su cellule, tessuti e organi, ma anche sul sistema energetico sottile del corpo (il sistema dei chakra), influenzando direttamente il processo di guarigione. Emissioni di luce a bassa intensità e onde magnetiche sono già state rilevate nelle mani e nei chakra dei guaritori naturali attraverso magnetometri e fotomoltiplicatori. Potrà essere questa la base della futura scienza della magnetoterapia, o guarigione a distanza.
Inoltre, la luce ad alta frequenza potrà essere ricavata, per nuove modalità di produzione energetica, da microscopiche bolle prodotte nell'acqua da tecnologie basate sulla risonanza acustica. In determinate circostanze il suono, interagendo con l'acqua, può generare luce, come per esempio nella fusione nucleare. Questa nuova tecnologia potrebbe diventare una sorgente di energia illimitata e assolutamente non inquinante. Oggi sono già in atto studi su questo fenomeno, chiamato sonoluminescenza, nei laboratori di varie parti del mondo. Questo processo potrebbe venire intensificato dall'uso di gas inerti come lo xeno, il cripton, l'argon, il neon e l'elio.
Questi gas nobili vengono anche immessi in tubi a bassa pressione per generare "onde plasma" utilizzate nella cura di molte malattie, tra cui il cancro. Si è scoperto che questi gas, stimolati da onde elettromagnetiche modulate, hanno la proprietà di ridurre gli squilibri dell'organismo e sono destinati a entrare a far parte di un nuovo campo della medicina.

Nel XXI secolo, grazie alla scienza dell'epigenomica, si comprenderanno sempre meglio gli influssi dell'ambiente sulla genetica. Oggi sappiamo che il genoma umano è controllato da speciali proteine che attivano e disattivano i geni in dipendenza di vari influssi ambientali. Gli elementi non utilizzati del DNA, oggi chiamati DNA di scarto, verranno utilizzati nella genetica. Nuove tecniche elettromagnetiche, tra cui la luce laser modulata, cureranno le deficienze genetiche favorendo la trasmissione di informazioni genetiche, possibilità che alcuni ricercatori russi hanno già dimostrato.
Si capirà in che modo non solo i fattori fisici, ma anche i pensieri e le emozioni, influiscono sulla genetica e sulla comparsa delle malattie (per l'influsso dei pensieri e delle emozioni sulla genetica, vedi il lavoro di Bruce Lipton). Attraverso il riconoscimento sociale del potere del pensiero e delle emozioni di influire sul nostro codice biologico, nasceranno nuovi sistemi educativi che insegneranno a controllare pensieri ed emozioni attraverso biofeedback autoregolati. Ciò amplierà rapidamente il campo della medicina della mente-corpo, portando a una nuova consapevolezza collettiva degli effetti delle nostre percezioni e sistemi di credenze sulla salute. L'attuale scienza della psiconeuroimmunologia sta già gettando le basi scientifiche per questo nuovo approccio medico.

La scienza ha scoperto di recente che siamo tutti diversi perché abbiamo coppie di geni diversi, e non solo differenze nelle sequenze di base che formano il genoma umano o "libro della vita". Sino ad oggi si pensava che il genoma umano fosse lo stesso per tutti, salvo alcune differenze di "lettura" delle "parole" genetiche che lo compongono. Le ultime scoperte indicano invece che il libro della vita contiene intere frasi, paragrafi o addirittura pagine intere che si ripetono più volte. Ciò significa che l'umanità non è identica al 99,9%, come si pensava in precedenza, ma che siamo dieci volte più diversi gli uni dagli altri di quanto si credesse. Ciò spiega la maggiore predisposizione di alcuni individui per determinate malattie gravi.
Più ci allontaniamo dall'attuale approccio meccanicistico alla genetica, comprendendo sempre meglio la natura del genoma e la sua capacità di essere influenzato dai fattori ambientali, dall'alimentazione, dagli stati emotivi e dagli schemi mentali, ci assumeremo sempre di più la responsabilità della creazione e della difesa della nostra salute. Ciò potrà anche spiegare nuovi processi, come per esempio le guarigioni spontanee e gli effetti benefici delle pratiche spirituali sulla salute.

Entro il 2012, le nostre conoscenze sui modi di ricavare energia dall'universo saranno mutate. La scienza ha già dimostrato che il 96% dell'universo è costituito da un'ignota energia oscura (73%) e da un altrettanto misteriosa materia oscura (23%). Ciò fa sì che solo il 4% dell'universo possa essere studiato con gli attuali strumenti. Secondo gli astrofisici, siamo immersi in un campo energetico virtualmente infinito chiamato vuoto quantico (o campo energetico zero). Si è calcolato che la densità materia/energia sia di 10 alla 94 grammi per centimetro cubo (per l'immenso potenziale energetico del vuoto quantico, vedi il lavoro di Hal Puthoff). Quando l'umanità avrà imparato ad accedere a questo flusso virtuale di particelle presente nel vuoto non dovrà più dipendere dagli inefficienti combustibili fossili, dall'energia nucleare o dalla altre tecnologie inquinanti che hanno contribuito al riscaldamento globale. Le guerre per il controllo delle riserve di idrocarburi inquinanti saranno un ricordo del passato e sorgerà una nuova era dell'evoluzione umana.


Nuove forme di nanotecnologie del reticolo atomico utilizzeranno principi scientifici, per esempio il principio Casimir, per creare nuovi materiali che, a loro volta, permettano un trasferimento di energia per risonanza dall'illimitato oceano di energia che ci circonda. Sono già in corso ricerche sull'energia estratta all'interno dell'atomo di idrogeno. L'energia prodotta in questo modo è centinaia di volte superiore a quella necessaria per innescare il processo, perché ricava energia dall'oceano energetico che ci circonda, il "pieno quantico". Il primo prodotto è l'idrogeno ricavato a bassissimo costo dall'acqua mediante elettrolisi. Questa innovazione si basa su una nuova teoria sviluppata da Randell Mills e chiamata meccanica quantica classica, una teoria dei campi unificata che unisce la fisica dei quanti all'elettrodinamica di Maxwell e alla relatività di Einstein. Questa tecnologia promette di creare energia pulita e a bassissimo costo dall'energia dell'atomo di idrogeno contenuto nell'acqua (per la ricerca sugli idrini e la meccanica quantistica classica di Mills, vedi www.blacklightpower.com).
Queste forme di produzione e di conversione dell'energia chiameranno in causa le forze della levitazione, creando nuovi sistemi di trasporto che fluttueranno letteralmente nell'aria. Questi sistemi di trasporto, puliti e silenziosi, utilizzeranno le forze antigravitazionali presenti nelle teorie dell'elettrodinamica allargata. La scienza scoprirà una nuova forma di elettromagnetismo, diversa dall'attuale elettromagnetismo unidirezionale. Alla tecnologia del XXI secolo apparterrà anche il motore magnetico a elettrocalamite, a costo praticamente zero.

0 commenti:

Posta un commento

Related Posts with Thumbnails

Cerca nel blog

Ricerca personalizzata

Indice dei post

Indice dei post
Clicca sul libro

Lettori fissi

Visualizzazioni totali