2012 - La Distruzione

Cosa c'è di vero?

Quali cambiamenti di coscienza possiamo aspettarci dopo il 2012?

A partire dal 2012, i limiti della mente umana verranno superati e una creatività illimitata si rivelerà il destino dell'umanità. Secondo Uston Smith, il cervello di ogni individuo è già in grado di fare un numero di associazioni maggiore del numero degli atomi dell'universo. Inoltre, ci sono prove evidenti che l'universo olografico funziona come una mente interconnessa, a cui ogni essere umano può avere accesso diretto. L'umanità possiede già capacità come la visione a distanza, la telepatia e la chiaroveggenza. La realtà di un campo mentale interconnesso di tutta l'umanità è già stata dimostrata dalla psicofisiologia e si basa sui principi della fisica quantica chiamati "reticolo" (vedi il blog di Dean Radin).

La chiaroveggenza diventerà sempre più comune nelle generazioni future. Alcuni segni del suo sviluppo sono già evidenti nelle doti dei bambini che hanno ricevuto il nome di bambini indaco, bambini cristallo o bambini delfino. Questi bambini rivelano eccezionali capacità mentali ed emotive che diventeranno la norma. Vi saranno anche nuoce scoperte nel campo della comunicazione interspecie che consentirà agli uomini di dialogare con altre creature intelligenti come le balene e i delfini. Ciò consentirà agli uomini di diventare ottimi amministratori ambientali del pianeta.

Nel 2012 anche lo studio della coscienza umana si sarà sviluppato, accogliendo le ricerche scientifiche sulla comunicazione con le persone morte. Esperimenti fatti con computer, registratori e videoregistratori, trasmettono già voci e immagini di persone trapassate. Questi sviluppi porteranno alla comprensione delle leggi della reincarnazione, già presenti in varie religioni. Queste idee non sono completamente nuove per l'Occidente, perché il concetto di reincarnazione era diffuso tra i primi cristiani fino alla sua condanna durante il concilio di Costantinopoli, nel 553. Sapere che gli esseri umani si reincarnano continuamente influirà fortemente sul comportamento dell'umanità e porterà una maggiore consapevolezza dell'impatto che pensieri, emozioni e azioni hanno sulle nostre vite future.

Una conoscenza diffusa sarà anche la presenza tra noi di entità spirituali di natura diversa. Questi esseri non fisici che ricevono vari nomi (deva, angeli, intelligenze celesti o influssi extraplanetari) entreranno in contatto sempre più diretto con persone sensitive. Tutte le culture umane hanno una lunga storia di esperienze insolite e di contatti illuminanti. Gli esperimenti sui vegetali a Findhorn, in Scozia, condotti negli anni '70, sono un esempio di esperimento di collaborazione tra uomini ed entità angeliche (per una descrizione degli esperimenti condotti, vedi The Findhorn Garden di Dorothy Maclean). Queste intelligenze celesti sono felici di assistere l'umanità in questo periodo di transizione globale verso una nuova era. Ciò condurrà a una spiritualità universale, non legata a una tradizione religiosa specifica, ma più simile a una sintesi dei più alti ideali e propositi di tutte le religioni.

Uno dei maggiori ostacoli al progresso dell'umanità attuale è la mancanza di volontà di cambiare le strutture centralizzate di potere economico e di controllo finanziario gestite da pochissime organizzazioni sproporzionatamente potenti. Si dovranno quindi creare nuovi modelli economici basati sulla condivisione e sull'influenza reciproca che sono già visibili in modelli globalmente orientati e attenti al futuro. A partire dal 2012 avremo una consapevolezza diffusa dell'interdipendenza globale dell'umanità. Ciò che occorre è la creazione di nuove economie e nuovi modelli politici tesi allo sviluppo dello scambio e della condivisione globali. I principi dell'amore, della condivisione e della reciproca buona volontà dovranno essere alla base dei rapporti umani, individuali, nazionali e internazionali.
A partire dal 2012, l'umanità imparerà sistematicamente ad abbandonare la "matrice del bisogno" che tiene gli uomini in schiavitù a causa della non condivisione e di modelli finanziari errati, tra cui l'indebitamento delle nazioni. Uno dei fattori di una nuova coscienza economica sarà la presa di coscienza che gli Stati Uniti hanno un debito superiore a quello di tutte le nazioni del pianeta, di tali proporzioni (circa 70 trilioni di dollari) ed equivalente a cinque volte l'attuale prodotto nazionale lordo, che alcuni economisti hanno previsto la bancarotta dello Stato: sappiamo tutti come è andata a finire, con la devastazione delle normali logiche del sistema bancario mondiale. L'economia USA è sorretta dai risparmi mondiali, che ammontano a un terzo della spesa pubblica annuale. Poiché l'economia mondiale sta diventando sempre più interdipendente, dovrà necessariamente avvenire un riorientamento finanziario globale. Nuovi modelli economici verranno dai paesi attualmente in via di sviluppo.
Il nostro futuro collettivo è pieno di sfide e di promesse che richiedono consapevolezza e azione a livello locale, nazionale e globale. L'umanità deve decidere quale futuro vuole creare.
Che il 2012 possa essere visto come un momento importante e come una porta sulla cooperazione pacifica e sulla condivisione globale sul nostro pianeta sempre più interconnesso e interdipendente!

0 commenti:

Posta un commento

Related Posts with Thumbnails

Cerca nel blog

Ricerca personalizzata

Indice dei post

Indice dei post
Clicca sul libro

Lettori fissi

Visualizzazioni totali