2012 - La Distruzione

Cosa c'è di vero?

Meditazione e preghiera sul luogo di lavoro

Sessioni di meditazione (in genere prive di contenuti religiosi) vengono attualmente tenute in molte grandi corporation. Alcuni esempi: Medtronic, Apple Computer, Google, Yahoo!, McKinsey & Company, Hughes Aircraft, IBM, Cisco Systems e Raytheon Company. Gli uffici della Apple in California dispongono di un locale apposito e i dipendenti hanno diritto a trenta minuti compresi nell'orario di lavoro per meditare, pregare o semplicemente sedersi in silenzio, con reali vantaggi nella produttività e nella creatività.
Negli uffici del Center for Visionary Leadership, a Washington, a mezzogiorno c'è una pausa di meditazione silenziosa a cui vengono invitate anche le persone in visita. Sorprendentemente, quasi tutti accettano.
Entro il 2012, l'uso della meditazione come metodo antistress sarà sempre più diffuso e gli affari ne dimostreranno gli effetti positivi.

Perché la spiritualità è così popolare?

I ricercatori indicano vari fattori chiave della crescita della spiritualità nel lavoro, che diventerà sempre più importante avvicinandoci al 2012. La riduzione del personale di molte società e la conseguente maggiore pressione sui lavoratori rimasti hanno prodotto troppa stanchezza e troppo stress per consentire la creatività, proprio in un momento in cui la globalizzazione dei mercati richiede invece sempre più creatività. Per sopravvivere nel XXI secolo, le società devono offrire più significato e più scopo alla loro forza lavoro.

Nella fortissima concorrenza attuale, le persone con maggiore talento cercano impiego in società che riflettano i loro valori e offrano occasioni di sviluppo personale e di servizio alla comunità, e non solo salari più alti. A differenza dell'economia di mercato di vent'anni fa, l'economia odierna, dominata dall'informazione e dai servizi, richiede la capacità di prendere decisioni immediate e di creare rapporti migliori con i dipendenti e i consumatori.

Responsabilità sociale e profitto

La responsabilità sociale e il profitto si escludono a vicenda? Recenti ricerche dimostrano che portare nel lavoro etica e valori favorisce una maggiore produttività e quindi maggiori profitti, oltre alla lealtà dei dipendenti, alla fedeltà dei consumatori e all'immagine della società. Sempre più imprenditori incoraggiano la spiritualità come un modo per accrescere la fedeltà e rafforzare la morale.

Una ricerca condotta da Mark Orkitsky, dell'università di Sidney, e da Frank Schmidt e Sara Rynes, dell'università dell'Iowa, Corporate Social and Financial Performance Report, analizza gli studi condotti negli ultimi trent'anni e individua un preciso rapporto, che varia da "moderato" a "molto positivo", tra le forme di economia socialmente responsabile e i profitti.

L'equilibrio vita/lavoro

La pressione interna in direzione del cambiamento nel settore delle corporation nasce quando le persone diventano consapevoli che nella vita e negli affari c'è qualcosa di più del semplice profitto. Si sta mettendo sempre più l'accento su quello che viene chiamato "equilibrio vita/lavoro", perché sempre più persone "drogate dal lavoro" iniziano a ritagliarsi del tempo per soddisfare i propri interessi e i propri bisogni al di fuori del lavoro. Corinne Mclaughlin fa parte di una new wave di consulenti e di organizzazioni che aiutano gli individui e le società a trovare questo equilibrio. Le piace tenere seminari su questo tema e vedere come dipendenti più sani e felici lavorino meglio e producano di più. Questo movimento è senza dubbio una delle spinte maggiori verso il grande cambiamento del 2012.

Il personale della gerarchia societaria, a tutti i livelli, vuole nutrire sempre di più il proprio spirito e la propria creatività. Incoraggiare i lavoratori ad esprimere la propria creatività crea una forza lavoro più soddisfatta e supportata. Le persone felici lavorano meglio e di più. Uno studio sulla produttività condotto dalla Wilson Learning Company ha dimostrato che il 39% delle differenze di produttività è attribuibile alla soddisfazione dei dipendenti.

Economia socialmente responsabile

Nel 2012 le corporation internazionali saranno ancora più grandi e più potenti. Eserciteranno il loro influsso su ogni aspetto della nostra vita, le fusioni le renderanno sempre più forti e verranno creati nuovi mercati in vista del loro sfruttamento. Se il capitalismo è estremamente efficiente nella produzione e nella distribuzione di beni e servizi, ha provocato moltissimi danni alle persone e all'ambiente a causa di una visione molto ristretta: generare profitto con qualunque mezzo. Per eliminarne gli effetti dannosi occorre allargare questa visione. Nel 2012, il profitto come unico scopo sarà diventato una rarità. In un mondo post-Enron, l'etica e i valori sono un problema urgente. Oggi si parla già di un triplice obiettivo: "persone, pianeta", profitto". Un modo per raggiungere questo triplice obiettivo è il benessere dei lavoratori e dell'ambiente, e molti recenti studi lo dimostrano ampiamente.

Fattori interni ed esterni stanno spingendo l'economia verso un cambiamento. Tra i fattori esterni c'è il prossimo esaurimento delle scorte petrolifere e i conflitti tra i paesi produttori di petrolio che, se da un lato non fanno che aumentare i prezzi, dall'altro suggeriscono non solo di ridurre i consumi di energia ma di individuare fonti di energia più sostenibili. Anche le principali compagnie se ne sono accorte e iniziano a basare la loro immagine sulla sostenibilità ambientale delle loro attività. Una sempre più forte pressione politica dal basso costringerà sempre più governi a intervenire per regolare gli eccessi delle corporation.

Avete paura del 2012?

Avete paura dei disastri annunciati da molti per il 2012? Se è così, vorrei contribuire a cambiare la vostra idea del mondo, soprattutto per quanto riguarda l'economia e la politica. Perché non immaginare un mondo futuro migliore e mettere in atto questa visione momento per momento, in tutte le vostre scelte e le vostre azioni? E' in questo modo che contribuiremo a creare un mondo migliore.

L'umanità è di fronte a una scelta. Vogliamo che le sofferenze materiali e psicologiche del mondo continuino ad aumentare, a livello individuale e collettivo, o vogliamo creare un mondo migliore? In quanto membri della grande famiglia umana, siamo tutti davanti a questa scelta dell'anima. Che strada prenderemo nei prossimi anni di cambiamento e di trasformazione?

Quali cambiamenti di coscienza possiamo aspettarci dopo il 2012?

A partire dal 2012, i limiti della mente umana verranno superati e una creatività illimitata si rivelerà il destino dell'umanità. Secondo Uston Smith, il cervello di ogni individuo è già in grado di fare un numero di associazioni maggiore del numero degli atomi dell'universo. Inoltre, ci sono prove evidenti che l'universo olografico funziona come una mente interconnessa, a cui ogni essere umano può avere accesso diretto. L'umanità possiede già capacità come la visione a distanza, la telepatia e la chiaroveggenza. La realtà di un campo mentale interconnesso di tutta l'umanità è già stata dimostrata dalla psicofisiologia e si basa sui principi della fisica quantica chiamati "reticolo" (vedi il blog di Dean Radin).

La chiaroveggenza diventerà sempre più comune nelle generazioni future. Alcuni segni del suo sviluppo sono già evidenti nelle doti dei bambini che hanno ricevuto il nome di bambini indaco, bambini cristallo o bambini delfino. Questi bambini rivelano eccezionali capacità mentali ed emotive che diventeranno la norma. Vi saranno anche nuoce scoperte nel campo della comunicazione interspecie che consentirà agli uomini di dialogare con altre creature intelligenti come le balene e i delfini. Ciò consentirà agli uomini di diventare ottimi amministratori ambientali del pianeta.

Quali cambiamenti scientifici possiamo aspettarci dopo il 2012?

Vi saranno enormi progressi nella scienza e nella tecnologia, nella medicina, nelle arti, nella cultura e nella conoscenza religiosa. Innovazioni prodigiose come la matematica quantica, le nanotecnologie, l'intelligenza artificiale e l'ingegneria genetica avranno un'enorme espansione. All'orizzonte si profilano innovazioni come la trasmutazione degli elementi, energia illimitata dal vuoto quantico, sistemi di trasporto silenziosi fondati sul principio dell'assenza di gravità, ingegnerie epigenetiche, medicine energetiche basate sulla cura attraverso il suono e la luce, nuove teorie elettrodinamiche che fanno presagire un cambiamento epocale nella creatività umana nel XXI secolo.

In campo scientifico inizia ad emergere una nuova comprensione dell'elettrodinamica. Circa un secolo fa Nicola Tesla, inventore dell'alternatore di corrente, descrisse delle onde longitudinali, chiamate "radiazione di Tesla", molto diverse dalle teorie elettromagnetiche di James Clerk Maxwell, il fisico a cui si deve la prima teoria dei campi. Mentre Maxwell descrive onde elettromagnetiche trasversali che si muovono alla velocità della luce, Tesla parla di onde scalari, o longitudinali, che agiscono attraverso processi di risonanza, applicati in seguito con ottimi risultati alla medicina. Questa tecnologia è anche presente nei telefoni cellulari, benché non sia ancora chiaramente compresa (per le onde scalari di Tesla, vedi il lavoro di Konstantin Meyl: www.meyl.eu).

Allineamenti galattici e i cicli di 26.000 anni

Altri cicli molto più lunghi, di 26.000 anni, operano dei cambiamenti nella coscienza umana e includono l'allineamento della Terra e del sistema solare con il centro della Via Lattea, la nostra galassia formata da 40 miliardi di stelle. L'esistenza di questi lunghissimi cicli era nota alle antiche culture. Migliaia di anni fa, gli astronomi vedici, egizi e in seguito maya compresero gli effetti di questo allineamento sulla coscienza umana.
Una breve descrizione è necessaria. Il piano dell'eclittica è definito dal moto della Terra attorno al Sole. La maggior parte dei pianeti del nostro sistema solare orbitano sul piano dell'eclittica, con minime variazioni al di sopra o al di sotto. Su questo stesso piano sono disposti i segni zodiacali. Il piano galattico, invece, è definito dalla disposizione dei bracci della galassia della Via Lattea, che ha la forma di un disco appiattito appunto con vari bracci a spirale. Il piano dell'eclittica è inclinato rispetto al piano galattico di circa 61 gradi.
Durante l'allineamento, il Sole al solstizio d'inverno è esattamente allineato con l'equatore della nostra galassia, evento che si verifica solo ogni 26.000 anni. Poiché il disco solare, visto dalla Terra, occupa in cielo 1,5 gradi, il periodo in cui il Sole al solstizio d'inverno si trova in questo raro allineamento con l'equatore galattico dura circa 36 anni, periodo iniziato nel 1980 e che terminerà nel 2016.

Cerca nel blog

Ricerca personalizzata

Indice dei post

Indice dei post
Clicca sul libro

Lettori fissi

Visualizzazioni totali