2012 - La Distruzione

Cosa c'è di vero?

Indicatori del cambiamento: Estinzione delle specie

Nonostante lo sbandierato amore per la vita, gli esseri umani continuano a distruggere altre specie viventi a ritmo allarmante, rivaleggiando con le grandi estinzioni geologiche del passato. Nel contempo, ci precludiamo la possibilità di scoprire i segreti di queste specie in vista di possibili applicazioni mediche e disgreghiamo il funzionamento vitale degli ecosistemi da cui tutte le forme di vita dipendono. Rischiamo addirittura di perdere per sempre specie particolarmente reattive al degrado ambientale e che potrebbero svolgere la stessa funzione dei canarini nelle vecchie miniere, avvertendoci dei futuri pericoli per la salute umana.

Un esempio è riportato in un recente studio che rivela che le risorse ittiche degli oceani si stanno riducendo a un ritmo tale che tra 40 anni il pesce in tavola sarà solo un ricordo. Ma non è solo a rischio la nostra alimentazione, i rischi maggiori sono per l'economia e per l'ambiente degli oceani. Lo stesso studio avverte che non è ancora troppo tardi per invertire questa tendenza.

Secondo il Millennium Ecosystem Assessment, la sfida per invertire il processo di degrado dell'ecosistema, continuando nello stesso tempo a soddisfare la crescente domanda economica, richiede cambiamenti radicali nella politica e nelle istituzioni, e la creazione di modelli non ancora esistenti.

La rapidità dell'estinzione delle specie ha costretto la scienza a definire la nostra era come quella della sesta estinzione, paragonabile alle cinque precedenti estinzioni della storia della biosfera, la più nota delle quali fu l'improvvisa estinzione dei dinosauri (pochi milioni di anni fa).

0 commenti:

Posta un commento

Related Posts with Thumbnails

Cerca nel blog

Ricerca personalizzata

Indice dei post

Indice dei post
Clicca sul libro

Lettori fissi

Visualizzazioni totali