2012 - La Distruzione

Cosa c'è di vero?

Le fonti storiche e accertate sul 2012: la stele 6 e i libri di Chilam Balam

Benché molto poco del fenomeno 2012 trovi riscontro nella cultura maya (ne abbiamo discusso in questo articolo), due fonti storiche accertate fanno effettivamente riferimento a un cambiamento epocale e a un rinnovamento planetario, temi centrali del fenomeno 2012.

La più antica di queste due fonti storiche è un testo geroglifico poco noto che compare sulla stele 6 del sito di Tortuguero, nello stato messicano di Tabasco. Questa stele contiene l'unico testo maya sinora conosciuto che si riferisca inequivocabilmente alla data del 2012. Le parti leggibili di questo brevissimo testo dicono che
"il tredicesimo pik finirà [il] Quattro Ahaw, il terzo del K'ank'in. [Un evento indecifrato] accadrà. [Sarà] la discesa di Bolon Yokte K'u (il dio dell'albero Nove Piedi) a [luogo indecifrato]".
Questo riferimento esplicito alla fine del tredicesimo pik, il giorno 4 ahaw, invalida la data del 28 ottobre 2011, indicata come "fine dell'era" dallo studioso svedese Carl Johan Calleman, perché il testo indica esclusivamente il 21 dicembre 2012, giorno corrispondente al 4 ahaw nel calendario cholq'ih di 260 giorni.
Inoltre, l'evento profetizzato per questa data, la discesa del dio Bolon Yokte K'u presenta alcune interessanti somiglianze con un tema dell'ideologia 2012. Infatti, secondo John Major Jenkins, il dio Bolon Yokte K'u ha forti connessioni con la guerra e con il mito maya della creazione. Jenkins ritiene che questa divinità possa assumere a volte la forma dell'Albero del Mondo, un simbolo della Via Lattea e un'indicazione astronomica chiave nell'antico mito maya della creazione. Ma la stele 6 ci dà solo questa informazione relativa al 2012 e nessun altro delle migliaia di documenti maya ne fa menzione. Ciò nonostante, sappiamo con certezza che questa breve iscrizione degli antichi maya assegna un'importanza al 2012 e questa data del tredicesimo pik è associata alla guerra e alla creazione, eventi che potrebbero annunciare l'alba di una nuova era.


L'altra fonte storica accertata è una raccolta di testi del periodo coloniale originari dello Yucatàn, noti come i libri di Chilam Balam. La natura criptica di questi testi altamente esoterici ha indotto molti esponenti della New Age a manipolazioni immaginarie, ma i libri di Chilam Balam contengono effettivamente un breve riferimento che ha un legittimo, benché debole, aggancio alla data del 2012. Questi libri contengono riferimenti oracolari a una serie di k'atun successivi, ognuno dei quali della durata di 7.200 giorni, poco meno di 20 anni. Leggiamo nei testi che
"il k'atun 4 ahaw è l'undicesimo k'atun secondo il computo. Chichén Itzà è la sede del k'atun. L'insediamento degli Itza viene. Il quetzal viene, il verde uccello viene. K'uk'ulkan verrà".
Questi Yukatek compilatori di oracoli calcolavano i k'atun in relazione alla data finale del loro calendario rituale di 260 giorni. L'attuale k'atun, che terminerà nel 2012 in concomitanza con il solstizio d'inverno dell'emisfero boreale, è un k'atun 4 ahaw, poiché termina nel giorno 4 ahaw. Ma i k'atun chiamati 4 ahaw ricorrono circa ogni 256 anni, e il Chilam Balam attribuisce esplicitamente questa profezia al precedente k'atun 4 ahaw, collocabile attorno alla metà del XVIII secolo. Molti studiosi continuano a ritenere che questo testo oracolare si riferisca alla venuta nello Yucatàn di una figura storica, chiamata K'uk'ulkan, in un k'atun 4 ahaw ancora precedente, che sarebbe terminato nel novembre 987 d.C. Ma nel contesto del computo maya del tempo, basato su ripetizioni cicliche, qualunque k'atun 4 ahaw condivide le stesse caratteristiche. C'è quindi una remota possibilità che questo passo si riferisca al k'atun 4 ahaw che terminò nel 1500 d.C., effettivamente corrispondente all'invasione spagnola del mondo maya e alle malattie che gli spagnoli portarono con sé. Inoltre, corrispondendo il 21 dicembre 2012 a un'altra fine di un k'atun 4 ahaw, il testo potrebbe anche riferirsi a un k'atun del ciclo attuale, benché il collegamento con un precedente k'atun della storia maya sia più probabile. Nel contesto attuale, questi riferimenti di epoca coloniale a violenze e malattie, associati alla verde figura di rinnovamento e trasformazione del serpente piumato K'uk'ulkan, riecheggiano i temi del cataclisma e della rigenerazione al centro del fenomeno 2012.

0 commenti:

Posta un commento

Related Posts with Thumbnails

Cerca nel blog

Ricerca personalizzata

Indice dei post

Indice dei post
Clicca sul libro

Lettori fissi

Visualizzazioni totali