2012 - La Distruzione

Cosa c'è di vero?

I dieci parametri per avere una coscienza evoluta


Avete una coscienza più evoluta se:
  1. Il vostro modo di vita consente anche la vita degli altri, ovvero se soddisfate i vostri bisogni senza togliere ad altri la possibilità di soddisfare i loro.
  2. Il vostro modo di vita rispetta il diritto alla vita degli altri e il loro diritto allo sviluppo economico e culturale, indipendentemente dal luogo in cui vivono, dall'etnia, dal sesso, dalla nazionalità e dalle credenze.
  3. Il vostro modo di vita salvaguarda l'ambiente e tutto ciò che vive e cresce sulla Terra.
  4. Perseguite la felicità, la libertà e la realizzazione personale in armonia con l'integrità della natura e rispettando il diritto degli altri a perseguire gli stessi obiettivi.
  5. Vi battete perché il vostro governo si rapporti agli altri popoli e alle altre nazioni in modo pacifico e con spirito di cooperazione, riconoscendo le legittime aspirazioni a una vita migliore e a un ambiente sano per tutti i popoli che formano la grande famiglia dell'umanità.
  6. Vi battete perché l'industria si assuma la responsabilità nei confronti del personale e dell'ambiente, producendo beni e offrendo servizi che soddisfino una domanda legittima, senza danneggiare l'ambiente e senza ridurre la possibilità dei più piccoli e dei meno privilegiati di competere sul mercato.
  7. Vi battete affinché i media forniscano informazioni veritiere sui trend e sui principali processi in atto, per consentire a tutti di prendere decisioni informate riguardo al benessere comune.
  8. Aiutate i meno privilegiati a vivere con dignità, liberi dalle umiliazioni e dalle difficoltà legate a uno stato di indigenza.
  9. Incoraggiate i giovani e tutte le persone di mentalità aperta in direzione di un'evoluzione spirituale che consenta di prendere decisioni etiche su questioni fondamentali riguardanti il loro futuro e il futuro dei loro figli.
  10. Collaborate con le persone che condividono la vostra sensibilità a difendere e a ristabilire l'equilibrio ambientale in ambito locale, nazionale e dell'intera biosfera.
In un discorso tenuto al Congresso degli Stati Uniti nel febbraio del 1991, Vàclav Havel, allora presidente della Repubblica Cecoslovacca, disse:
"Senza una rivoluzione globale nella sfera della coscienza umana, niente potrà cambiare in meglio... e la catastrofe verso cui il mondo sta correndo, il collasso ecologico, sociale, demografico e complessivo, sarà inevitabile".
Il punto sostenuto da Harvel è fondamentale, ma non c'è ragione di essere pessimisti: il collasso della nostra civiltà si può evitare. La coscienza umana può evolvere. Sta già evolvendo e tutti possiamo collaborare a evolverla ulteriormente.

Anni fa, il presidente Harry Truman affermò:
"Alla fine, le decisioni si prendono qui",
intendendo il suo ufficio alla Casa Bianca.
Oggi le decisioni si prendono in modo più democratico: non si fermano all'ufficio presidenziale della Casa Bianca, ma vanno prese da voi, da me e da tutti. Ci attende una sfida: riesaminare il nostro modo di pensare ed evolvere la nostra coscienza. Se lo faremo, gli attuali movimenti, coraggiosi ma ancora scarsamente influenti, che si battono per una civiltà olistica, pacifica e sostenibile, si potranno trasformare in una marea comune che spazzerà via i modelli mentali che hanno prodotto gli attuali problemi, orientandoci verso un mondo possibile da abitare per tutti noi e per i nostri figli.

0 commenti:

Posta un commento

Related Posts with Thumbnails

Cerca nel blog

Ricerca personalizzata

Indice dei post

Indice dei post
Clicca sul libro

Lettori fissi

Visualizzazioni totali