2012 - La Distruzione

Cosa c'è di vero?

Perché l'evoluzione accelera?


La vita diventa sempre più veloce. Le nuove invenzioni tecnologiche raggiungono tutti gli strati della società nel giro di anni e non più di secoli. Calcoli che in precedenza avrebbero richiesto decenni ora richiedono pochi secondi. Il cambiamento è sempre più veloce in tutte le aree della vita.
Ma questa accelerazione non appartiene solo all'era moderna. Nel Medioevo, per esempio, le tecniche di coltivazione e di costruzione cambiavano lentamente nel corso di un secolo, eppure erano cambiamenti più veloci rispetto all'era preistorica, quando gli strumenti rimanevano invariati per migliaia di anni.
Questa accelerazione non è limitata alla sola umanità, ma è un modello che ha inizio con la comparsa della vita sulla terra.

Le prime, semplici forme di vita nacquero circa quattro miliardi di anni fa. La vita pluricellulare fece la sua comparsa circa un miliardo di anni fa. I vertebrati, dotati di un sistema nervoso centrale, cento milioni di anni fa. I mammiferi, dieci milioni di anni fa. I primi ominidi si eressero sul pianeta un paio di milioni di anni fa e l'Homo sapiens esiste da alcune centinaia di migliaia di anni. Il linguaggio e i primi manufatti risalgono a diecimila anni fa. La civiltà e la creazione delle città ebbero inizio qualche migliaio di anni fa. La Rivoluzione industriale iniziò tre secoli fa, mentre la rivoluzione dell'informazione ha solo pochi decenni. Ogni passo successivo è stato molto più veloce del precedente.

Il motivo di questa accelerazione è che ogni nuovo sviluppo poggia, per così dire, sulle spalle di ciò che è avvenuto prima. Un buon esempio è la riproduzione sessuale, iniziata 1.5 miliardi di anni fa. Sino a quel momento le cellule si riproducevano per scissione, in cui ogni nuova "sorella" era l'esatto clone dell'originale. Con la riproduzione sessuale due cellule si uniscono, si scambiano informazioni genetiche e creano un individuo che rappresenta una combinazione dei loro geni. In questo modo non occorrevano più infinite generazioni perché apparisse una differenza genetica e oggi le differenze si manifestano in ogni generazione, rendendo l'evoluzione migliaia di volte più rapida.
Un esempio recente è il passaggio dall'era industriale all'era dell'informazione. Quando si arrivò alla creazione dei computer, non occorse reinventare le industrie o le reti di distribuzione: erano conoscenze ormai acquisite ed è bastato semplicemente applicarle ai computer. In questo modo, la rivoluzione dell'informazione è stata molto più veloce.

Questo modello è destinato a continuare nel futuro e ogni nuova fase richiederà una frazione del tempo richiesto dalla fase precedente. E' lecito aspettarci in futuro che la stessa quantità di cambiamenti a cui abbiamo assistito negli ultimi vent'anni richieda soltanto anni, invece che decenni.
Per questo è difficile predire come sarà il mondo tra dieci o vent'anni. Duecento anni fa, nessuno avrebbe potuto immaginare l'invenzione del telefono e del cinema, per non parlare dei cellulari e di internet. Appena vent'anni fa pochissimi conoscevano il World Wide Web, né potevano prevedere gli enormi cambiamenti che la rete avrebbe apportato alla nostra vita. Quindi, come potremmo prevedere quali nuove scoperte e nuove invenzioni cambieranno la nostra vita di qui a dieci anni?

0 commenti:

Posta un commento

Related Posts with Thumbnails

Cerca nel blog

Ricerca personalizzata

Indice dei post

Indice dei post
Clicca sul libro

Lettori fissi

Visualizzazioni totali

Blog Archive