2012 - La Distruzione

Cosa c'è di vero?

Intelligenza in evoluzione

Un modello ricorrente dell'evoluzione è una sempre maggiore complessità nel processare le informazioni. Il DNA è un database di informazioni che ha richiesto eoni per la sua formazione. La riproduzione sessuale è stata un passo fondamentale per il processamento delle informazioni, così come lo era stato lo sviluppo dell'apparato sensoriale e in seguito del sistema nervoso centrale. La comparsa dell'uomo portò a un altro importantissimo sviluppo nel processamento delle informazioni: il linguaggio, che ci ha permesso di condividere idee ed esperienze. Poi, i vari sviluppi della tecnologia dell'informazione (la scrittura, la stampa, il telefono, la radio, la televisione, i computer e internet) hanno sempre più accresciuto la nostra capacità di raccogliere informazioni, processarle, organizzarle e utilizzarle.

L'organizzazione delle informazioni e il loro utilizzo sono l'essenza dell'intelligenza. In genere pensiamo all'intelligenza in termini riferiti all'uomo e a qualche altra specie animale, ma nel suo senso più ampio l'intelligenza si è evoluta per miliardi di anni. L'attuale rivoluzione dell'informazione non è altro che l'ultima fase di un processo in atto sin dalla nascita dell'universo.
Quindi, la domanda se vi sia un limite alla velocità dell'evoluzione non va riferita a una fase evolutiva specifica, ma vuole sapere se vi sia un limite alla velocità di evoluzione dell'intelligenza, qualunque forma assuma. Probabilmente non c'è alcun limite.

0 commenti:

Posta un commento

Related Posts with Thumbnails

Cerca nel blog

Ricerca personalizzata

Indice dei post

Indice dei post
Clicca sul libro

Lettori fissi

Visualizzazioni totali

Blog Archive