2012 - La Distruzione

Cosa c'è di vero?

Il magnetismo terrestre influenza la coscienza umana: la mappa delle correnti magnetiche terrestri


Sappiamo che il Sole si sta preparando a un nuovo periodo di attività (vedi qui) e che la Terra sembra trovarsi nelle prime fasi di un'inversione del campo magnetico (vedi qui). In che modo si conciliano questi fenomeni con il calendario maya? Che cosa significa tutto ciò? Sono domande importanti, perché sappiamo con certezza che la vita sulla terra viene fortemente influenzata dai fenomeni magnetici. Svariati studi rivelano che molte specie animali, dalle balene ai delfini, dai colibrì alle gru, si affidano ad "autostrade" magnetiche per trovare i luoghi del nutrimento e dell'accoppiamento. E, anche se gli esseri umani non sembrano usare queste "autostrade" nello stesso modo, non facciamo eccezione rispetto alle altre specie animali.

Nel 1993, una commissione internazionale creata per studiare la magneto-recettività, ovvero la capacità del nostro cervello di rilevare i cambiamenti nel campo magnetico, ha pubblicato una scoperta che rende il 2012, fine del calendario maya, e il campo magnetico terrestre molto più importanti di quanto si pensasse. Il risultato dello studio fu che il cervello umano contiene "milioni di minuscole particelle magnetiche" che ci collegano, esattamente come le specie animali, al campo magnetico terrestre in termini molto precisi e diretti. Le implicazioni di questo collegamento sono molto significative e indicano che, se nel 2012 il campo magnetico terrestre subirà dei cambiamenti, anche noi ne subiremo gli effetti.

Sappiamo, per esempio, che i campi magnetici influenzano profondamente il sistema nervoso, il sistema immunitario, la percezione del tempo e dello spazio, i sogni e la stessa realtà. Inoltre, anche se è possibile fornire una misurazione generale del campo magnetico del pianeta, è altrettanto vero che i suoi valori cambiano a seconda del luogo geografico. Risalgono agli inizi del XX secolo le prime mappe descrittive delle correnti magnetiche che avvolgono la terra. Queste mappe illustrano visivamente le direzioni delle correnti magnetiche che circondano il pianeta, determinando i punti geografici dove gli effetti dei campi magnetici sono più forti e più deboli. Per capire l'importanza di questo fatto per il ciclo del 2012, dobbiamo prendere in considerazione la coscienza (leggi anche qui).


Pur ignorando molte cose della nostra coscienza, una cosa sappiamo per certo: la coscienza è composta di energia, e l'energia include l'elettricità e il magnetismo. Anche se la natura elettromagnetica della coscienza è ancora oggetto di studio, sembra che il magnetismo terrestre svolga un ruolo fondamentale nel modo in cui accogliamo nuove idee e nuovi cambiamenti nella nostra vita. Se pensiamo ai campi magnetici come a una sorta di "colla" energetica, possiamo utilizzare questa immagine per capire perché alcune aree del mondo sono più lente ad accogliere i cambiamenti, mentre altre sono più pronte ad afferrare le occasioni di sperimentare le innovazioni.

Il nostro modello della "colla magnetica" indicherebbe che le aree in cui il campo magnetico è più forte (più colla) sono più radicate nella tradizione, nelle idee e nelle credenze esistenti. Nelle aree in cui il campo magnetico è più debole accadrebbe l'esatto contrario e le loro popolazioni sembrano quasi spinte al cambiamento. Nonostante la predisposizione di un'area geografica alle innovazioni, sta alla sua popolazione esprimerle e metterle in atto. Attenendoci a questa immagine, uno sguardo alla mappa delle correnti magnetiche terrestri può farci capire perché determinate aree sembrano essere imprigionate in un perenne conflitto e perché molti cambiamenti e innovazioni avvengono in determinate aree geografiche per poi estendersi alle altre.

Da questa osservazione, un modello salta immediatamente agli occhi. La linea di minore intensità magnetica, o "campo nullo" (gauss zero magnetico), che dal canale di Suez attraversa Israele, è quella che offre le maggiori opportunità di cambiamento. A volte il cambiamento può esprimersi come una lenta transizione e da un'idea a un'altra e altre volte può assumere la forma di un vero e proprio conflitto. Possiamo infatti vedere in Medio Oriente sia in atto una lotta per preservare antiche tradizioni in un'area favorevole invece al cambiamento. Una bassa intensità del campo magnetico non significa che i cambiamenti debbano necessariamente prodursi attraverso il conflitto, ma offre semplicemente le condizioni per un nuovo modo di vedere le cose. Come sempre, sta alle popolazioni di queste aree scegliere come esprimere i cambiamenti che la bassa carica magnetica favorisce.

Un'altra linea di contorno magnetico zero corre lungo la costa occidentale degli Stati Uniti. E' in questa parte del mondo che nascono le nuove idee dell'epoca contemporanea, ma in modo nettamente diverso da quello espresso in Medio Oriente. Questa fascia di debole campo magnetico che corre dalla California meridionale allo stato di Washington è la culla delle nuove idee e delle innovazioni nei campi della scienza, della tecnologia, della musica, dell'arte e dello stile di vita.

All'opposto dello spettro ci sono le aree a più elevata carica magnetica in cui i cambiamenti avvengono molto lentamente e spesso attraverso il conflitto. In Russia, dove i valori del campo magnetico sono massimi (oltre 150 gauss), la riorganizzazione politica seguita agli anni della guerra fredda è un magnifico esempio di come aree ad alta densità magnetica tendono a rimanere aggrappate alla tradizione, con cambiamenti lunghi e faticosi. Ma, una volta avviato in queste aree, il cambiamento ha una forza cinetica che non è possibile ignorare.

Anche senza questi esempi, sappiamo intuitivamente che le linee magnetiche terrestri esercitano un influsso su di noi. Qualunque professionista della salute, e qualunque agente di polizia, sa che la luna piena favorisce comportamenti strani e insoliti. Un improvviso cambiamento magnetico cambia anche il nostro modo di sentire e, se non sappiamo che cosa sta accadendo, potremmo sentirci disorientati. Per chi al contrario ne è consapevole, questi momenti possono rappresentare un dono prezioso, l'opportunità di abbandonare modelli comportamentali e di pensiero che provocano dolore (compresi i conflitti familiari e le malattie fisiche) per abbracciare nuovi modelli favorevoli alla vita. Scrittori, pittori e musicisti conoscono questo fenomeno e spesso attendono la luna piena sapendo che coincide con un momento di grande creatività. Questi esempi di un collegamento tra la coscienza e il magnetismo possono farci capire in che modo un rilevante cambiamento futuro nel campo magnetico potrà influire su di noi, cambiamento che alcuni attendono per il 2012.

0 commenti:

Posta un commento

Related Posts with Thumbnails

Cerca nel blog

Ricerca personalizzata

Indice dei post

Indice dei post
Clicca sul libro

Lettori fissi

Visualizzazioni totali

Blog Archive