2012 - La Distruzione

Cosa c'è di vero?

2012: la distruzione o un nuovo inizio? La via è nel mezzo


Abbiamo visto quanto le due strade, i due atteggiamenti che ci potranno guidare nell'affrontare il 21 dicembre 2012, siano profondamente diversi; l'uno forse troppo buio e l'altro forse troppo luminoso.
Sarà la catastrofe?
Sarà lo spunto per una magnifica crescita dell'umanità?
Forse, la vera discriminante fra queste due strade è come si affronta la possibilità di dover lasciare molto di quello che si ha, di quello che si conosce: con un attaccamento irrinunciabile che rende ottusi o con un'apertura che quasi muove all'entusiasmo.
Il mondo è cambiato tante volte da quando l'uomo lo abita e la nostra grandezza, ma anche la nostra superbia, è stata credere di poter imbrigliare la natura. Negli ultimi anni la natura ci ha dimostrato di non poter essere domata. Forse lo avevamo dimenticato. Forse è giusto ricordarlo.
L'essere umano è abituato ai mutamenti, sia pur se ha un'innata ritrosia verso essi. Eppure ha sempre dimostrato di sapersi comunque adattare. Comunque sia andata, l'essere umano è riuscito a sopravvivere; persino a se stesso.
Ciò che rende il 21 dicembre 2012 una data tanto emblematica è che sembrerebbe che per allora qualcosa dovrà cambiare di colpo, senza concederci il tempo diluito che ogni adattamento richiede.
Ma il nostro viaggio non è per nulla finito: ci sono altri "segni" da esaminare, segni che getteranno altra luce sulla via che stiamo percorrendo.

0 commenti:

Posta un commento

Related Posts with Thumbnails

Cerca nel blog

Ricerca personalizzata

Indice dei post

Indice dei post
Clicca sul libro

Lettori fissi

Visualizzazioni totali

Blog Archive