2012 - La Distruzione

Cosa c'è di vero?

L'Apocalisse e il Galilee World Heritage Park


Quando si pensa a un'eventuale fine del mondo, uno dei primi termini che ci viene alla mente è senz'altro "Apocalisse".
"Poi dalla bocca del drago e dalla bocca della bestia e dalla bocca del falso profeta vidi uscire tre spiriti immondi, simili a rane: sono infatti spiriti di demoni che operano prodigi e vanno a radunare tutti i re di tutta la terra per la guerra del grande giorno di Dio onnipotente [...] E radunarono i re nel luogo che in ebraico si chiama Armagheddon".
Questo passò è tratto appunto dall'Apocalisse di Giovanni, l'ultimo libro del Nuovo Testamento.

Uno dei personaggi più noti del libro si incontra nel capitolo 12 ed è la Donna dell'Apocalisse. Così Giovanni la presenta:
"Nel cielo apparve poi un segno grandioso: una donna vestita di Sole, con la Luna sotto i suoi piedi e nel capo una corona di 12 stelle. Era incinta e gridava per le doglie e il travaglio del parto".

Immagini che abbiamo già incontrato: la donna che rappresenta e partorisce la vita; la luna e le 12 stelle, i 12 segni zodiacali che le vengono accostati, ulteriore testimonianza del fatto che esiste un sapere universale che ha simboli riconoscibili e radici profonde, al di là di tutte le separazioni culturali ed etniche cui sembriamo essere tanto legati.
Secondo molti, dalla cima dell'Armagheddon, la mitica collina che sovrasta la piana di Megiddo a Israele, una zona oggi tragicamente alla ribalta della cronaca di guerra, si potrà vedere la fine del tempo perché sarebbe proprio qui che verrà combattuta la battaglia che metterà fine a tutte le battaglie, lo scontro finale tra il Bene e il Male.

Una collaborazione fra il governo israeliano e alcuni gruppi evangelici americani ha dato recentemente avvio a un progetto da 50 milioni di dollari: la costruzione del Galilee World Heritage Park, un parco tematico cristiano che si estenderà su un'area di 50 chilometri quadrati lungo il lago di Tiberiade, dove si narra che Gesù Cristo camminò sulle acque. Secondo un portavoce dell'Associazione nazionale degli evangelici il Galilee World Heritage Park dovrebbe aprire le porte all'inizio del 2012: una coincidenza curiosa lungo il cammino della nostra storia...
Il costoso progetto è forse per qualcuno un originale modo per prepararsi alla battaglia finale?

Approfondisci con:
Egitto: la profezia del Libro dei Morti - Il sud e l'est
Egitto: il mistero delle Piramidi e della Sfinge - Il sud e l'est
Egitto: il mito di Iside e il parallelismo con la profezia maya e la Vergine Maria - il sud e l'est
Cosmologia maya

- Angkor e Tiahuanaco: altre conferme di un messaggio universale - Il nord e l'ovest

1 commenti:

Anonimo ha detto...

Allora comparirà nel cielo il segno del Figlio dell'uomo e allora si batteranno il petto tutte le tribù della terra, e vedranno il Figlio dell'uomo venire sopra le nubi del cielo con grande potenza e gloria. Egli manderà i suoi angeli con una grande tromba e raduneranno tutti i suoi eletti dai quattro venti, da un estremo all'altro dei cieli. Dal fico poi imparate la parabola: quando ormai il suo ramo diventa tenero e spuntano le foglie,sapete che l'estate è vicina. Così anche voi, quando vedrete tutte queste cose, sappiate che Egli è proprio alle porte. In verità vi dico: non passerà questa generazione prima che tutto questo accada. Il cielo e la terra passeranno, ma le mie parole non passeranno.
Quanto a quel giorno e a quell'ora, però, nessuno lo sa, neanche gli angeli del cielo e neppure il Figlio, ma solo il Padre.

Posta un commento

Related Posts with Thumbnails

Cerca nel blog

Ricerca personalizzata

Indice dei post

Indice dei post
Clicca sul libro

Lettori fissi

Visualizzazioni totali

Blog Archive