2012 - La Distruzione

Cosa c'è di vero?

Il Teschio della Smithsonian Institution




Nel 1992 Richard Dolmun, curatore della Smithsonian Institution di Washington, riceve un pacco postale anonimo: dentro vi trova un teschio di quarzo, dal colore bianco latte e del peso di venti chili.
Insieme al pacco, c'è una lettera non firmata:

"Questo teschio di cristallo azteco, che a quanto pare faceva parte della collezione di Porfirio Diaz, è stato acquistato in Messico nel 1960. Lo offro alla Smithsonian senza chiedere nulla in cambio".

Sembra che subito dopo la donazione l'uomo della lettera si sia suicidato.
La direzione del museo, che dopo aver rifiutato il teschio di Eugène Boban si è ritrovata, quasi per il volere di un ostinato destino, a possederne uno, ha deciso di non esporre il teschio al pubblico fino a quando non potrà esserne confermata l'autenticità.

Approfondisci con:
La profezia dei tredici teschi di cristallo
Il Teschio del British Museum of Mankind
Il Teschio Mitchell Hedges: la storia e i poteri
- Il Teschio Sha-Na-Ra e il Teschio Arcobaleno

0 commenti:

Posta un commento

Related Posts with Thumbnails

Cerca nel blog

Ricerca personalizzata

Indice dei post

Indice dei post
Clicca sul libro

Lettori fissi

Visualizzazioni totali

Blog Archive