2012 - La Distruzione

Cosa c'è di vero?

La profezia maya e il Codice di Dresda

Sappiamo poco di come i Maya immaginassero la fine del mondo. Gran parte della colpa è da imputarsi alla distruzione operata dagli invasori spagnoli, bramosi di affermare la loro identità culturale e la loro supremazia, e di cancellare, desiderio condiviso da molti invasori, ogni traccia che fosse altro da sé. Un'altra parte della colpa è da imputarsi al fatto che i Grandi Maya erano già scomparsi da secoli nel momento dell'invasione. E poi, naturalmente, c'è il contributo del tempo, che molto cancella ma che molto straordinariamente traghetta e consegna.
Quello che sappiamo per certo è che i Maya conferivano una grande importanza alla fine di ogni età.
La loro cosmologia prevedeva 5 grandi ere cosmiche, ognuna della durata di 5125 anni. Ogni era ha visto l'ascesa, lo sviluppo e il declino di una diversa razza.
Quattro ere sono già trascorse, concludendosi in grandi cataclismi: l'era dell'Acqua, l'era dell'Aria, l'era del Fuoco, l'era della Terra.
La quinta, l'era dell'Oro, quella in cui vivevano i Maya e quella nella quale viviamo e vivremo noi, ancora per pochissimo tempo, è l'ultima era di 5125 anni: è iniziata nel 3113 a.C. e terminerà nel 2012 d.C.

Per fine del mondo, i Maya quindi intendono la fine della quinta era.
La loro.
La nostra.
Il Lungo Computo ci dice che l'età dell'Oro terminerà al volgere del baktun 12, nel giorno del solstizio d'inverno, quando il Sole sarà allineato con il centro della Via Lattea, un evento molto raro che si verifica ogni 25.625 anni.
Ogni cinque ere del mondo.
Contemporaneamente, in quello stesso giorno, si verificherà un altro evento rarissimo, che si ripete ogni 25.920 anni: la Terra terminerà un giro precessionale completo intorno al suo asse, nel giorno in cui l'età dell'Oro volgerà al suo termine.
Che cosa succederà allora? Grandi cataclismi segneranno la fine della quinta era come avevano già in passato segnato la fine delle ere precedenti?

La risposta sembra essere nel Codice di Dresda, uno dei quattro codici maya sopravvissuti alla furia distruttiva spagnola.
In esso troviamo delle immagini emblematiche: dalle fauci di un drago fuoriescono zampilli d'acqua, una vecchia dea manda sulla Terra un'inondazione; la Terra è al buio, l'oscurità vince la luce.

In questi anni le acque dei nostri ghiacciai si stanno sciogliendo a ritmi preoccupanti e poi ancora il grande tsunami del 26 dicembre 2004 in Indonesia e la catastrofe di New Orleans del 2005, quando l'uragano Katrina ha distrutto migliaia di case e provocato centinaia di morti.
Il 21 dicembre del 2012 l'età dell'Oro si chiuderà sotto la violenza di una serie di inondazioni?
Siamo solo all'inizio dei mutamenti climatici che porteranno a degli sconvolgimenti su scala planetaria?
E' forse questa la profezia dei Maya?
I Maya hanno definito gli ultimi 20 anni del Lungo Computo "il tempo del non tempo", un periodo nel quale non è né giorno né notte, nel quale l'odio e la paura prevalgono. E fin qua si potrebbe in qualche modo essere d'accordo con loro.
Eppure la fine di questa era rappresentava per loro anche una possibilità, una possibilità di rinascita perché ogni ciclo che finisce lascia spazio al successivo.
E' importante a questo punto stabilire un ulteriore parallelismo: il nostro calendario, il calendario gregoriano, ha come punto di riferimento la venuta al mondo di un grande uomo, Gesù, la cui nascita segna l'anno zero; il calendario maya regola il suo andamento prendendo come suo parametro l'universo, qualcosa che trascende l'uomo ma che lo contiene anche. Ciò che è catastrofico nella visione del singolo può non esserlo in una visione più ampia.
Per comprendere la profezia maya in modo corretto è necessario portarsi dentro questa prospettiva.

Narra il Popol Vuh che la linea nera della Via Lattea rappresenta l'entrata dell'aldilà. Ed è esattamente con quella zona della galassia che il Sole e la Terra si allineeranno il 21 dicembre 2012.
Questo raro allineamento, che abbiamo visto essere tanto importante per i Maya al punto da fissarne la data e scolpirne la memoria perché attraversasse il lungo e faticoso cammino dei secoli, è fondamentale come è fondamentale tutto ciò che appartiene alle nostre più profonde radici.
Irrinunciabile come il ricordo di una casa lontana.
E così, lentamente, quella che ci è apparsa finora come una meravigliosa ma inspiegabile ossessione, comincia ad assumere contorni definiti.

12 commenti:

Anonimo ha detto...

Sono concetti propfondi che sconvolgono il nostro pensare ed il nostro agire.
Essere in sintonia con l'Universo è la consapevolezza che l'essere umano può e dovrà compiere per questa nuova Era, per entrare in risonanza con l'Eternità.
I Maya, grnde popolo ci ha trasmesso un segnale, un cambio di rotta per l'umanità resa schiava dalle tecnologie e dalle paure. Uscirne e acquisire una straordinaria libertà è il dovere e lo scopo di tutti noi . la libertà di sentirci un'unica unità l'UNO che attingerà all'Amore mistico all'Amore Universale di Dio . L'unica Legge alla quale possiamo obbedire.
Innalziamo quindi le nostre vibrazioni di amore e consapevolezza e il risultato sarà un passaggio dimensionale in un'Era di Pace e Amore per tutta l'Umanità.
Vi dispiacerebbe arrivarci? e allora che aspettate....?

giuseppe ha detto...

I Maya, ci hanno lasciato un grande messaggio ,che l'umanità deve saper comprendere per riuscire nel trovare la strada giusta per iniziare un cammino di acquisizione verso l'amore universale di Dio.

Anonimo ha detto...

penso che il vangelo e la bibbia forse con altri esempi con altri simbolismi dicano la stessa cosa e ci trasmettano lo stesso messaggio; solo l'amore verso noi stessi, verso il nostro prossimo e verso la madre terra salverà l'uomo dalla catastrofe. L'amore e il rispetto che gli indiani del nord america avevano verso la terra ci dovrebbe insegnare molto.

Anonimo ha detto...

Hartley2 103 p 15 1986 2013 14 marzo

Anonimo ha detto...

é strano come nell'esprimere questa epoca di nuove considerazioni legate alle profezie Maya e all'emissione di energia dal centro della galassia non si consideri l'Apocalisse e le vecchie profezie bibliche che si adattano bene a questo mutamento e prefigurano il regno per 1000 anni che è la durata dell'emissione energetica, e il Regno di Dio che "scende" sulla terra con la frase "Ecco faccio nuovi cieli e nuova terra". STEFANO

Anonimo ha detto...

Il 21 Dicembre 2012 sarà la fine della terza guerra mondiale! Così sarà l inizio della nuova Era! L era della spiritualità! Della democrazia! Della Giustizia e dell Amore.

Anonimo ha detto...

andè a laurà, BARBUN!!!!

Anonimo ha detto...

Spero che i cambiamenti siano pacifici, ci guadagneremmo poco se anche non finisse il mondo finissimo noi o anche solo parte di noi. Sai che consolazione! Vorrei vivere in questa nuova era insieme a tutti quanti, in modo da rendere migliore il mondo far si che ci sia davvero un lungo periodo di pace, come previsto.
P.S.: tu che hai scritto prima di me, se non ci credi è un conto, ma per favore non insultare, ok? Pace anche a te.

Anonimo ha detto...

ho letto che anche padre pio si è spresso su questo argomento

Anonimo ha detto...

Ma come si può dar retta ad un popolo che non conosceva la RUOTA!!!!! dico la RUOTA

Anonimo ha detto...

l'umiltà dei popoli che hanno preceduto noi hanno avuto tanta saggezza cosa che noi non abbiamo e pensiamo di sapere sempre tutto di tutto.Le indicazioni che loro hanno lasciato e tramandato di generazioni in generazioni deve essere letto con piu' attenzioni da tanti scettici che non credono a nulla.Ovvio che non dico che tutto deve essere preso alla lettera e che i popoli precedenti non avessero le nostre conoscenze ma è anche vero che noi con tutte le tecnologie di cui disponiamo,non siamo in grado di definire tante cose che loro hanno scentificamente spiegato molti secoli fà.

Anonimo ha detto...

spero che il mondo cambi, non se ne può più dei continui riferimenti alla morte, intorno a noi non si parla d'altro, forse si potrebbe cambiare rotta e ricominciare a sognare avventure d'onore e d'amore, magari con una ambientazione universale, buona fortuna a tutti vi voglio bene, ciao ottimista

Posta un commento

Related Posts with Thumbnails

Cerca nel blog

Ricerca personalizzata

Indice dei post

Indice dei post
Clicca sul libro

Lettori fissi

Visualizzazioni totali