2012 - La Distruzione

Cosa c'è di vero?

Hunab Ku



All'origine di Tutto è Hunab Ku, la Farfalla Cosmica.
Hunab Ku è il dio supremo, il più grande Creatore, un "disco turbinante", la coscienza che ha organizzato la materia in stelle, pianeti e sistemi solari. E' il "Datore Unico di Movimento e Misura", il principio della vita al di là del Sole.
Hunab Ku è il centro della galassia, è l'energia intelligente che pervade l'universo.
E' una divinità androgina composta dalla parte maschile e dal suo doppio femminile, la Dea Madre Ixquic. E' la porta per accedere ad altre galassie e alla coscienza universale.
Hunab Ku è il grembo che dà alla luce nuove stelle in continuazione, il grembo che ha dato alla luce il Sole e la Terra.
Dal centro della nostra galassia Hunab Ku guida ogni cosa attraverso l'emanazione di esplosioni di energia di coscienza periodiche.
Da lui ha origine il tempo e da lui il tempo è controllato. Da lui dipendono la storia del genere umano e il suo futuro.
Kuxan Suum, "la via del cielo che porta al cordone ombelicale dell'universo", è il tessuto galattico che collega l'individuo e i pianeti a Hunab Ku; e lo fa attraverso il Sole.
Hunab Ku è la massima divinità del pantheon maya e la sua storia è narrata da secoli nel Popol Vuh, il "Libro della Comunità".
Come spesso accade, i popoli che ci hanno preceduto descrivono, attraverso la mitologia, eventi storici e fenomeni naturali. Così è stato per i Maya e per Hunab Ku.

Il 18 ottobre del 2005 Scott Hyman, astronomo e professore di fisica presso lo Sweet Briar College, fa una sorprendente dichiarazione sulla rivista scientifica "Nature": nel 2002, mentre analizzava le onde radio a bassa frequenza raccolte dal telescopio Very Large Array di Soccorro, nel New Mexico, ha rilevato, proprio al centro della nostra galassia, 5 emissioni radio ad alta energia e di uguale intensità, della durata di 10 minuti ciascuna, che apparivano ogni 77 minuti su un periodo di 7 ore, dal 30 settembre al 1° di ottobre.
Un segnale intermittente che sembra possedere tutte le caratteristiche per essere equiparato a un'emissione effettuata in maniera intelligente.
Scott Hyman lo definisce "un sordo brontolio al centro della galassia".

Nel dicembre 2008 un gruppo di astronomi tedeschi del Max Planck Institue for Extraterrestrial Physics, coordinato da Reinhard Genzel, dopo 16 anni di lavoro ha confermato che al centro della Via Lattea c'è un enorme buco nero, grande 4 milioni di volte il Sole. Il buco nero è stato chiamato Sagittarius A ed è distante 27.000 anni luce da noi.
Un "disco turbinante" che sta assorbendo e dando alla luce le stelle, proprio come Hunab Ku, il grembo della madre maya...
Due storie sorprendentemente simili eppure distanti secoli: una appartiene alla scienza e una alla mitologia; alla mitologia maya.
I Maya, un popolo misterioso e affascinante, con un'ossessione: il tempo.

0 commenti:

Posta un commento

Related Posts with Thumbnails

Cerca nel blog

Ricerca personalizzata

Indice dei post

Indice dei post
Clicca sul libro

Lettori fissi

Visualizzazioni totali